Sanità – La posizione del PDL sulla sanità lucana

Sanità – La posizione del PDL sulla sanità lucana

- in Sanita
380
0
sanità

Prendendo spunto dalle proteste popolari per gli ospedali di Tinchi e di Stigliano il Gruppo Consiliare Regionale ed il Coordinamento Politico Regionale del Popolo della Libertà hanno avviato un’intensa serie di iniziative per tutelare il diritto alla salute nelle zone interne e nei comprensori che sono stati da sempre caratterizzati da presidi ospedalieri.

 Essi hanno presentato una mozione nella quale si denuncia quanto segue:

  1.  Il carattere vetusto e l’inattualità del Piano Sanitario Regionale che risale al 1996 e necessita di essere riscritto e riapprovato.
  2. La scorrettezza delle Aziende Sanitarie che nel frattempo hanno modificato l’impianto del Piano esistente (approvato con Legge Regionale) con atti amministrativi dei Direttori Aziendali di fatto smobilitando i piccoli ospedali senza avviare un’opera seria di riconversione e rilancio.
  3. Lo spreco di risorse con lavori negli ospedali di Tinchi e di Stigliano che, alla luce degli ultimi atti    aziendali di smobilitazione e dismissioni, non serviranno più a niente.
  4. La necessita di introdurre nel sistema sanitario della Basilicata il concetto di Ospedale di Montagna.

 L’azione politica del Popolo della Libertà di Basilicata ha avuto successo:

  1. poichè questa azione ha spaccato il centrosinistra con alcune sue componenti schierate contro l’Assessore Martorano:
  2. poichè in ottobre le commissioni consiliari regionali comincieranno a discutere e predisporre il nuovo Piano Sanitario Regionale.
    Ovviamente non bisogna abbassare la guardia poichè in questa occasione occorre inserire nel nuovo piano i diritti di Stigliano e Tinchi per garantire i diritti delle popolazioni delle rispettive aree.

Circolo Popolo delle Libertà di Stigliano
Stigliano 10/10/2010

 

Lascia un commento

  Subscribe  
Notificami

You may also like

ASM, proclamato lo stato di agitazione personale del Comparto

Le organizzazioni sindacali rappresentative del personale del Comparto