PREMIO “SMART 2016” : E’ BOLOGNA LA CITTA’ PIU’ “INTELLIGENTE” D’ITALIA

PREMIO “SMART 2016” : E’ BOLOGNA LA CITTA’ PIU’ “INTELLIGENTE” D’ITALIA

- in Internet
284
0
è Bologna la città più intelligente, Smart City Index 2016

E’ dal 2013 che ogni anno viene premiata la città più intelligente d’Italia, sulla base di oltre 470 indicatori che rilevano la qualità dei servizi fra le 116 città capoluogo del nostro stivale. Quest’anno la palma del primato è andata a Bologna, collocata al vertice di una top ten che vede Milano al secondo posto e Torino all’ultimo gradino del podio, con Roma che è solamente nona.
Lo studio classifica lo sviluppo delle reti e delle infrastrutture intelligenti delle città italiane, misurando le capacità di innovare e offrire servizi di qualità ai propri cittadini
Il rapporto EY Smart City Index 2016, redatto da Ernst & Young in collaborazione con Ericsson, Tim e Indra, utilizza fra gli indicatori di riferimento i servizi online offerti dal comune, l’accessibilità al wi-fi, la pianificazione multimediale dei mezzi pubblici, i corrieri in bicicletta, le card e le app per visitare la città, l’e-commerce di prodotti locali, l’accesso al fascicolo sanitario elettronico solo per citare alcuni dei parametri principali.
Per incontrare una città del sud, in questa speciale classifica, bisogna scendere fino al 32° posto, occupato da Napoli.
Ne deriva perciò, di conseguenza, il ritratto di un’Italia divisa a metà, che corre a due diverse velocità con il mezzogiorno a rilento e le città del nord che riescono a fornire innovazione digitale e servizi sempre più moderni ed efficienti per i propri cittadini.
Guardando ai dati parziali su scala nazionale si vede che nell’ambito delle telecomunicazioni Milano, Monza e Bologna sono le migliori per la Banda larga fissa, mentre Gorizia, Padova e Trento primeggiano per la banda larga mobile. Milano, Torino e Cagliari offrono la migliore mobilità pubblica, mentre per quella privata sono meglio La Spezia, Pavia e Firenze.
Il premio per la migliore illuminazione pubblica va invece a Benevento, Caltanissetta e Olbia. Sotto l’aspetto del teleriscaldamento spiccano invece Brescia, Mantova e Reggio Emilia.

 

è Bologna la città più intelligente, Smart City Index 2016

Tutti i capoluoghi presi in esame sono coperti da connettività Lte o 4g.
Milano è la capitale del ‘car sharing’ con oltre 2.400 automobili e un bacino di 350 mila iscritti al servizio. Da alcuni mesi è attivo anche un servizio di ‘scooter sharing’.
Palermo si caratterizza invece per il ‘car sharing elettrico’, mentre la Sardegna è la regione con il maggiore numero di aule connesse.
A Brescia il 70 per cento delle abitazioni godono di teleriscaldamento.
Questi sono solo alcuni esempi di come le città stanno ripensando i propri modelli di sviluppo creando sempre più possibilità di scambio tra le risorse, le capacità pubbliche e la voglia dei privati di mettersi in connessione, anche rinunciando a qualche comodità.
Nell’ottica della riforma Del Rio e delle progressive difficoltà economiche degli enti locali, essere smart vuol dire anche avere la capacità di mettersi in rete per condividere le buone prassi presenti sul territorio e aggregare i servizi.
Anche se molto è stato già realizzato, come si è visto da questi numeri, ancora lunga è la strada da compiere per competere con le città europee.
Se allarghiamo l’orizzonte su scala sovranazionale scopriamo, infatti, che non c’è nessuna città italiana tra le prime 20 posizioni del vecchio continente.
Con una spinta che parta dal mezzogiorno, rinvigorito da buone politiche di risanamento, potremo finalmente gridare: Europa stiamo arrivando!

Giovanni Fortuna
14.05.2016

Lascia un commento

Potrebbe interessarti anche

Stigliano: Piazza Garibaldi in webcam

Dopo l’installazione e i dovuti test di prova,