Ospedale di Stigliano, servizi e reparti al collasso per impegni disattesi!

Ospedale di Stigliano, servizi e reparti al collasso per impegni disattesi!

- in Comunicati Stampa, News, Sanita
571
0
ospedale di Stigliano

“Negli ultimi due giorni sono avvenute cose allarmanti per il nostro ospedale.
Con una nota del 27 giugno scorso (scaturita dal verbale dei NAS a seguito di un sopralluogo fatto nei giorni scorsi ai locali del P.P.I.), la ASM di Matera, nel chiedere al Sindaco di Stigliano ambienti capaci di ospitare il PTS 118, annunciava la chiusura del servizio per lavori di manutenzione ai locali.

La risposta è nella nota che leggete allegata.

Ieri c’è stato un incontro con il dirigente delle professioni infermieristiche e i dirigenti medici del Centro Cure Palliative “Hospice” e della Lungodegenza, al termine del quale sarebbe stato anticipato che dei cinque infermieri annunciati ne arriverà soltanto uno il 1° luglio p.v. e un altro il 16 luglio.

Premesso che la richiesta che proviene da Stigliano era ed è di 5 infermieri (1 all’hospice e 4 alla lungodegenza) e che tale richiesta è stata condivisa dalla ASM che ha bandito un avviso pubblico per assunzione a tempo determinato, specificamente riferito all’ospedale di Stigliano, la risposta della ASM appare incomprensibile e del tutto inaccettabile.
Il turno infermieristico prevederà dal 1° luglio UNA SOLA UNITA’ INFERMIERISTICA per tutti e due i reparti disconoscendo la “diversità” dell’hospice sancita dalla legge.
Eppure sembrava acclarato che sarebbero giunti 5 infermieri dal 1° luglio e, invece, si paventa, addirittura, anche l’accorpamento tra hospice e lungodegenza per permettere che un solo infermiere possa lavorare anche da solo, soddisfacendo il “vincolo” legale di 1 infermiere per 6 pazienti.
Se confermato tale impianto (un infermiere dal 1° luglio, un altro dal 15 luglio e accorpamento) si verrebbe meno agli impegni assunti e si tradirebbe la piena fiducia che il sindaco, la comunità della Montagna Materana hanno riposto nelle istituzioni sanitarie TUTTE, si minerebbe la credibilità delle stesse istituzioni che pure si è sempre cercato di difendere e sostenere.

Noi leggiamo questa decisione della ASM come una sorta di anticipazione di altre decisioni che competono ad altre strutture e ad altre sedi, in buona sostanza si assumono decisioni prima ancora che la politica adotti un nuovo Piano Sanitario Regionale.

Stamattina il Sindaco Francesco Micucci sarà uno dei relatori del Convegno organizzato dalla #FIALS dal titolo “La sanità Materana: Patto per la salute” e sarà l’occasione propizia per annunciare quello che l’Amministrazione comunale intende per Patto per la Salute e cosa intenderà fare se saranno confermate le voci.

A prescindere da chi ha il potere decisionale in questa vicenda, il Direttore Generale, l’Assessore regionale, il Dirigente delle Professioni Infermieristiche, quel che è certo è che tale scelta determinerà una reazione del sindaco, dell’amministrazione comunale, del consiglio comunale, dei cittadini dell’Area che si preannuncia forte e decisa, sia nelle sedi istituzionali che in quelle legali.

Non suoni questa come una minaccia, ma una logica conseguenza di decisioni che tradiscono gli impegni assunti.”

 

 

 

 

Lascia un commento

  Subscribe  
Notificami

You may also like

Carnevale stiglianese 2020, è davvero finito oppure no?

Carnevale stiglianese, siamo prossimi alla 36ª edizione ed è già cominciata l'opera di promozione dell'evento, a cura dell'associazione "Make the Carnival"...............