Maltempo: frana un costone del “Castello”

Maltempo: frana un costone del “Castello”

- in Cronaca
353
0
frana rupe del Castello di Stigliano

Le incessanti piogge della scorsa settimana hanno irrimediabilmente minato la già  precaria stabilità del nostro territorio. Diverse sono le frane che hanno interessato la S.P. 103  (ex SS 103), e anche la S.C. 1 proprio alle porte del paese, in prossimità del Centro Sociale. Un autentico disastro. Questa mattina intorno alle ore 12:45 un costone di roccia si è distaccato dalla rupe del Castello. Un altro pezzo di storia va in frantumi, proprio dove si ergeva maestoso il castello che fu dei della Marra, abbattuto perché pericolante agli inizi del secolo scorso. La frana di notevole consistenza (si parla di diverse centinaia di metri cubi di roccia e terra) ha letteralmente spazzato via il boschetto sottostante la rupe, lambendo la vicina via De Chiara, dove alcuni massi di piccole dimensioni hanno invaso la sede stradale. Un’altra frana si è verificata questa sera intorno alle ore 20:00. Non si segnalano al momento danni a carico di persone, danneggiato un veicolo che era parcheggiato nelle vicinanze. Tanta è stata la paura per i residenti a causa del forte boato provocato dalla caduta di enormi massi.

Alcuni testimoni hanno sentito un assordante rumore, tronchi e rami di alberi sono stati scaraventati a distanza, ed una enorme nube di polvere si è sollevata subito dopo il crollo del costone roccioso.  Nel primo pomeriggio si è recato in visita il Senatore Filippo Bubbico vice Ministro dell’Interno, accompagnato dal Sindaco Dr. Antonio Barisano. Il Sindaco, constatato l’accaduto, ha monitorato costantemente la situazione prendendo i primi provvedimenti del caso. La strada adiacente alla frana è stata immediatamente chiusa al traffico veicolare e pedonale. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco, la Polizia Municipale ed i Carabinieri, anche per tenere lontano i curiosi, che nel frattempo sono accorsi numerosi sul luogo. Sul costone franato in maniera inaspettata è venuta alla luce una grotta ricoperta di fuliggine, per cui si pensa che possa essere stata anche abitata nei tempi remoti.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

La raccolta differenziata e il problema del randagismo

Cari cittadini di Stigliano e cari amministratori la