LA SINISTRA E’ VIVA

LA SINISTRA E’ VIVA

- in Politica
155
0
traordinario corteo di bandiere con la falce e il martello

MANIFESTAZIONE 11 OTTOBRE LA SINISTRA E’ VIVA. Un fiume rosso ha attraversato Roma l’11 ottobre 2008; uno straordinario corteo di bandiere con la falce e il martello non chiedeva altro che l’unità dei comunisti per organizzare una vera opposizione sociale nel paese.     Una splendida giornata di lotta con bandiere del Pdci e Prc mischiate per una prova di resistenza e di legittima difesa contro Governo e Confindustria, per dire basta a misure antipopolari e per dare un segnale forte al paese e dire che i comunisti ancora ci sono.

manifest_roma_111008_002

Le divisioni nella Sinistra ci sono state, ora quella fase è terminata e l’11 ottobre ha determinato il punto di svolta. Era l’11 ottobre del 1998, esattamente dieci anni fa, quando ci fu la scissione del Prc. Oggi possiamo mettere fine a quella stagione e unire i due partiti comunisti. Noi siamo pronti per contrapporsi a chi, avendo vinto le elezioni, è riuscito a travolgere e disperdere l’intero fronte democratico, è entrtato dentro il sistema democratico per smantellarlo, per svuotarlo, per cambiare il senso e la funzione. Il nostro compito storico è oggi quello di non consentirgli di raggiungere la vittoria totale. Dobbiamo costruire una trincea civile, un argine democratico, una diga sociale che regga all’urto e ci consenta di riorganizzare le forze. Questo significa per noi l’11 ottobre, la manifestazione che noi del Pdci tanto abbiamo voluto per creare una prima occasione per fare appello alla nostra antica natura; riprendere nelle nostre mani la lotta politica.

manifest_roma_111008_003

L’opposizione non può che rinascere da sinistra, dalle piazze, dalle lotte ed è stato giusto chiamare tutti a riprendere nelle proprie mani l’azione di contrasto politico del Governo. Oggi c’è ancora più bisogno di riappropriarsi delle nostre armi; quelle della partecipazione, del conflitto politico e sociale, della vigilanza democratica e civile. I comunisti devono riprendere il loro senso storico quale motore della democrazia italiana, questo ancor di più perché il PD non solo non contrasta ma è addirittura spesso connivente con le politiche delle destre, mentre le altre forze parlamentari (Idv e Udc) se a volte pongono temi importanti quali la giustizia o legge elettorale, altre volte le loro scelte vanno verso un’impostazione politica che le porta a condividere scelte di destra sul terreno sociale o delle politiche di sicurezza. L’undici di ottobre ci ha ridato una sinistra viva, orgogliosa, capace di interpretare e farsi carico dei problemi e dei bisogni reali delle persone. Ci ha insegnato, anche, che la nostra forza è ancora sufficiente a fermare la deriva razzista e anticostituzionalista di questo governo e noi non consentiremo a Berlusconi di “finire il proprio lavoro”.

F.to Francesco Mandile – Segretario Pdci Federazione Matera 12 10 2008

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche

Frana Stigliano, da Giunta Regionale OK a richiesta stato di emergenza

Sarà formalizzata dal Presidente della Regione alla Presidenza