I 300 scatti di Padre G.F. Diruggiero

I 300 scatti di Padre G.F. Diruggiero

- in Cultura
709
0

L’Angolo della Memoria in collaborazione con Italia Nostra ed il patrocinio del Comune di Stigliano, presenta: “Padre Giuseppe Francesco Diruggiero Fotoreporter”

Testimonianza storico culturale che l’Associazione senza fini di lucro “L’Angolo della Memoria”,  da sempre impegnata nel recupero e nella valorizzazione del patrimonio storico culturale,  porterà all’attenzione del pubblico e degli studiosi in Piazza Marconi a Stigliano mediante una rassegna espositiva di foto e documenti, la sua storia, la guerra, gli scatti al fronte 1915-1918. dall’8 Agosto all’8 Ottobre data prevista per il Convegno sulla personalità e l’opera di Padre Giuseppe Francesco DIRUGGIERO.

Apertura della mostra fotografica 8 agosto 2011 presso il Palazzo Diruggiero dalle ore 17:00 alle 21:00.

Il Tenente Cappellano, Giuseppe Francesco DIRUGGIERO, nacque a Stigliano in provincia di Matera il 17/11/1889 da Domenico DIRUGGIERO (di professione fabbro ferraio) e da Maria Beata PANTONE.
Entrato a far parte del’Ordine religioso dei Barnabiti, durante la Prima Guerra Mondiale fu tenente cappellano del centoventiduesimo fanteria zona di guerra, mentre degli altri suoi fratelli:  Vincenzo fu impegnato nel primo reggimento artiglieria fortezza nona compagnia;  Rocco fu Sergente della decima compagnia Brigata Calabra e Pietro Antonio fu impegnato nella sessantatreesima compagnia telegrafista in zona di guerra.
Padre Giuseppe Francesco DIRUGGIERO, nella sua qualità di Cappellano Militare, per la sua indole ed altruismo si distinse in modo particolare sui luoghi di combattimento, tanto da ottenere:

Una Medaglia d’argento con la seguente motivazione: ” … con fermezza e valore, affrontava soldati sopraffatti dal fuoco nemico, li riordinava, e, sotto il tiro incessante, li riconduceva in trincea, rinfrancando così gli animi delle truppe di rincalzo con ammirevole slancio organizzava, sotto il violento tiro di artiglieria, pronta opera di soccorso a sette soldati rimasti sepolti per lo scoppio di un proiettile nemico, e si distingueva per costante abnegazione nell’assistere i feriti, confortare i moribondi anche di altri reparti, sulla prima linea con grande sprezzo del pericolo. Oppacchiosella – Carso – (Quota 208)  10 – 14 Agosto   16  Settembre 1916 ” .

Una Medaglia d’argento con la seguente motivazione: ” … raro esempio di virtù sacerdotali e militari durante  il combattimento provvide a raccogliere numerosi sbandati lanciandoli personalmente nella lotta,a rincuorare i dubbiosi, a suscitare l’entusiasmo, contribuendo a portare ordini e ricostruire collegamenti, esponendosi in pavido e sereno a continuo pericolo.  Molino del Bosco (Piave), 19 – 23 Giugno 1918 “.
Una Medaglia i bronzo con la seguente motivazione: ” … con sprezzo del pericolo attraversava una trincea battuta da violento fuoco nemico per soccorrere alcuni militari colpiti. Nel fervore dell’azione, impugnato un moschetto e lanciatosi fra i combattenti sopraffaceva e catturava un piccolo reparto avversario con a capo un ufficiale.  Isola Caserta (Casa Formosa) (Piave), 24 – 27 Ottobre 1918”.

Padre Giuseppe Francesco DIRUGGIERO, oltre a distinguersi come valido Sacerdote e Militare, si premurò di fotografare, a futura memoria, i luoghi e gli scenari di battaglia in una rara raccolta di circa 350 lastre fotografiche che insieme ai “Canti alla Vergine” pubblicato a Milano nel 1932, costituiscono una diretta testimonianza dei momenti salienti e drammatici della “Grande guerra”.

 

Stigliano lì 06/08/2011

Si ringrazia  l’archivio storico “l’Urrrlo del Colombo” e l’associazione “l’angolo della Memoria” per averci fornito il materiale fotografico.

Un particolare ringraziamento va a Rocco DEROSA e Antonio FANELLI.

ASSOCIAZIONE L’ANGOLO DELLA MEMORIA
VIA COLOMBO, 12
75018 STIGLIANO (MT)

Home » I 300 scatti di Padre G.F. Diruggiero » Le foto gi GF Diruggero

Lascia un commento

Potrebbe interessarti anche

Rossella Lacasa a Stigliano, inaugurazione dell’ organo di Sant’ Antonio.

Sabato 10 Giugno la Dott.ssa Rossella Lacasa si esibirà presso la Chiesa di Sant'Antonio per l'inaugurazione dell'organo con l'esecuzione di