Basilicata al voto con il nuovo sistema elettorale

Basilicata al voto con il nuovo sistema elettorale

- in Comunicazioni, News, Politica
262
0

Quelle del 24 Marzo 2019 saranno le prime elezioni lucane con la nuova legge elettorale regionale, approvata dal Consiglio Regionale nel mese di Agosto.

Vicenda travagliata quella che ha portato all’ istituzione del nuovo sistema, molto contestato dalle opposizioni nel metodo e nel merito, definito dalle stesse come un provvedimento ad uso e consumo del Centro-Sinistra e del Presidente Marcello Pittella.

Al momento del voto finale, le opposizioni abbandonarono l’aula, fece eccezione Michele Napoli (Centro-Destra) che votò contro, ciò nonostante la legge venne approvata comuque poiché, con la sua presenza in aula, si raggiunse il numero legale dei presenti.

A votare compatti a favore furono il Centro-Sinistra e i Centristi.

Cosa cambia con la nuova legge elettorale?

  • Per prima cosa è abolito il voto disgiunto, cioè la possibilità di votare una lista (partito) e, al tempo stesso, esprimere la preferenza su di un candidato consigliere di un’altra lista completamente diversa, con la nuova legge, votando un partito, se si vorrà esprimere una preferenza dovrà essere obbligatoriamente per un candidato consigliere di quello stesso partito, la preferenza al candidato consigliere andrà automaticamente come voto al candidato Presidente della sua stessa coalizione.
  • Viene introdotta la “parità di genere”, nella composizione delle liste i candidati di sesso maschile NON possono superare il 60% rispetto ai candidati di sesso femminile e viceversa.
  • È possibile esprimere fino a 2 preferenze (appartenenti alla lista a cui si dà il voto), un uomo e una donna, nel caso in cui vi siano 2 preferenze dello stesso sesso la seconda preferenza viene annullata.
  • Per quanto riguarda le circoscrizioni la Provincia di Matera avrà un consigliere in più metre la provincia di Potenza ne perderà uno
  • La soglia di sbarramento è al 3%
  • Viene abolito il “listino”, le nuove norme prevedono la possibilità di far entrare in consiglio regionale dei “consiglieri sostituti” , in pratica “i sostituti” subentrano a coloro che , una volta eletti, vengono nominati assessori, questi ultimi qualora perdessero (per le più disparate ragioni) o si dimettessero dal proprio assessorato possono tornare ad essere semplici consiglieri regionali.
  • Cambia il premio di maggioranza, che diventa “graduale”, ad esempio se un partito o una coalizione dovesse vincere con il 30% dei voti i vincitori, come premio di maggioranza, avranno 11 consiglieri in più.
  • Il premio di maggioranza darà fino ad un massimo di 14 consiglieri regionali in più.
  • Le date del voto e dei comizi elettorali possono essere fissati 60 giorni prima delle elezioni.

È necessario recarsi al seggio muniti di:

  • Carta d’ Identità (valida)
  • Tessera Elettorale (valida)

Pietroalessio Celiberti

Documento Regione Basilicata del 20 Agosto 2018Ministero dell’ Interno (SITO UFFICIALE)

Lascia un commento

  Subscribe  
Notificami

You may also like

Sanità lucana, Sit-In dei lavoratori ASM

Numerosi sono i lavoratori che vi prendono parte: