Aql, Rosa: tanta impreparazione nell’affrontare il maltempo

Aql, Rosa: tanta impreparazione nell’affrontare il maltempo

- in Cronaca, News
690
0
AQL, fontana del rione Labruto a Stigliano

Il consigliere regionale di Lb-Fdi: “Neve e freddo in una Regione montana come la Basilicata, Aql fa acqua da tutte le parti”

“Non ci meraviglia – dice Rosa – che il maltempo abbia ripercussioni, anche pesanti, in zone di mare o comunque pianeggianti. È, però, incomprensibile che a patire, in modo devastante, il freddo e il gelo siano le zone montane. Strade impercorribili, tubature saltate, riscaldamenti senza antigelo. In ginocchio tanti Comuni, persino strutture importanti come i reparti di neonatologia e pediatria dell’Ospedale di Matera”.

“Ovviamente – continua l’esponente di Fratelli d’Italia – Alleanza nazionale – ringraziamo i tanti operatori di Acquedotto lucano, che per mero spirito di servizio, si sono prodigati per risolvere i tanti problemi che in queste ore hanno afflitto i Lucani. Ma questo basta quando la macchina di Acquedotto lucano si è dimostrata impreparata ed indifferente? Evidentemente no. Come faranno in Russia o in Norvegia? Eppure il territorio della Basilicata è per lo più montuoso. Potenza è il secondo capoluogo più alto d’Italia. I disagi non si sono verificati solo nelle zone più impervie della nostra regione, o in quelle rurali o più isolate, ma anche nel capoluogo: decine le attività rimaste prive di acqua e centinaia i cittadini a secco da giorni”.

“E se qualcuno si aspettava, non la risoluzione immediata del problema, ma almeno qualche risposta – prosegue Rosa – è rimasto deluso e furioso. Migliaia le segnalazioni dei cittadini senza risposta in questi giorni. I telefoni per le emergenze di Acquedotto lucano hanno squillato a vuoto per ore. Perché? Aql aveva annunciato un incremento degli operatori del call center proprio in vista dell’emergenza neve. L’Amministratore unico, Michele Vita, avrà preso provvedimenti? O si concluderà con un ‘è tutto a posto’? Dopo il silenzio, si sono affastellati poi comunicati su come prevenire che le tubature si gelino. Tuttavia, suggerire di tenere aperto il rubinetto, quando il servizio di erogazione è sospeso ci sembra un’inutile presa in giro”.

“Un altro flop delle famigerate riforme di Pittella? Probabilmente. Non basta sostituire il Consiglio di amministrazione con un Amministratore unico per efficientare un apparato che fa acqua da tutte le parti. Pittella lo sa ma fa finta di nulla. Adesso – conclude Rosa – lo sanno anche i Lucani, purtroppo perché hanno provato, sulla loro pelle, che le rivoluzioni non si fanno a parole”.

Facebook Comments

Leave a Reply

You may also like

Comune di Stigliano, Uno sguardo (d’) Insieme – Bilancio di mandato

L’amministrazione comunale di Stigliano presenta una brochure sul