WWF su stoccaggio gas in Val Basento

WWF su stoccaggio gas in Val Basento

- in Ambiente
387
0
Pisticci: Insediamento industirale nella Val Basento

Il WWF denuncia ancora una volta la scarsa pubblicità e l’assenza di coinvolgimento delle popolazioni locali nel progetto relativo ad un campo di stoccaggio di Gas nelle località Cugno le Macine e Serra Pizzuta tra i Comuni di Grottole, Ferrandina, Salandra e Pisticci. Il Progetto ha dimensioni rilevanti ed è destinato ad incidere sulle ipotesi di sviluppo dell’area. Il WWF invita pertanto gli Enti preposti ed in primis la Regione Basilicata e le amministrazioni comunali coinvolte a non ignorare il progetto ed a intervenire tempestivamente nel procedimento, aprendo anche un pubblico dibattito sul progetto medesimo che non può essere confinato nella procedura VIA nazionale .Il progetto, qualificato come opera energetica di interesse strategico nazionale, prevede collegamenti con metanodotti, centrali di compressione, stoccaggio di rifiuti, centrali di trattamento e stazioni di pompaggio finalizzati allo stoccaggio di grandi quantitativi di gas (oltre 1 miliardo di Smc -metri cubi standard) e con capacità di iniezione di circa 6 milioni di Smc/giorno in pozzi di idrocarburi esausti della Val Basento. Il WWF ha già espresso la propria perplessità in merito alla realizzazione dell’impianto per i suoi effetti ambientali e sociali; in particolare la centrale di compressione sorgerebbe all’interno di un’area già interessata da un progetto di costruzione di una centrale a ciclo combinato da 400 MW della Basento Energia per la produzione di energia elettrica e da un progetto di Ecoil per la realizzazione di un impianto per il trattamento di oltre 65000 tonnellate all\’anno di oli esausti che prevede tra l’altro la realizzazione di un termo-distruttore. In questo contesto il progetto di localizzazione del mega stoccaggio di gas costituisce una vera e propria bomba ecologica situata nella Val Basento, ove non è ancora stata attuata la bonifica mentre le scelte del Governo regionale , soprattutto in campo energetico, sembrano puntare sempre meno sul reinsediamento di industrie pulite e sulla valorizzazione sostenibile delle risorse ambientali e territoriali e sempre più su una infrastrutturazione industriale legata all’estrazione ed all’utilizzo degli idrocarburi fossili e sui rifiuti.

Lascia un commento

  Subscribe  
Notificami

You may also like

A Guardia Perticara incontro presentazione “SCENARIO TEMPA ROSSA”

Progetto di baseline ambientale e socio territoriale dell’area