Reset - Una poltrona per 9

Stigliano amministrative 2012, il 6 maggio si vota. Toto sindaco:  voci di corridoio, smentite, conferme e colpi di scena, riparte il teatrino della politica. “Ogni minuto nasce un credulone”  questa frase si dice sia stata coniata da P. T. Barnum, fondatore dell’omonimo circo uno dei più famosi al mondo fin dalla metà dell’Ottocento, celebre per gli  spettacoli in cui mostrava “meraviglie della natura”, spesso persone con gravi malformazioni fisiche. Egli  nego’ di averla mai pronunciata, ma chiunque sia stato ad esprimersi in modo cosi’ cinico sull’ingenuita’ umana, sicuramente era a conoscenza che la tentazione di imbrogliare sembra un elemento onnipresente della vita. Nella lotta per la sopravvivenza e la riproduzione ,  questi  individui, solitamente anche molto  egoisti, possono essere favoriti rispetto a quelli cooperativi perche’ usano le proprie energie in modo piu’ efficiente. Per definizione gli imbroglioni spendono poca energia in un compito:la loro specialita’ e’ sfruttare i “gonzi”, dei quali cooptano gli sforzi a proprio vantaggio. Questa strategia funziona benissimo per garantire la presenza costante di un gruppo di profittatori, che in tali circostanze rendono improbabile  una evoluzione generalizzata della collettivita’ o comunita’ che li accoglie . Statisticamente  gli imbroglioni hanno molto successo  quando sono pochi, perche’ in questo modo incontrano vittime piu’ di frequente. I benefici dell’inganno diminuiscono via via che aumenta il numero di individui della popolazione che decidono di barare (come loro). In altre parole questi godono di un vantaggio quando sono pochi, ma sono sfavoriti quando sono numerosi. La teoria dei “giochi” e’ uno strumento  utile per predire matematicamente quale strategia risultera’ vincente  in un contesto simile.
Domanda:  in prossimita’ della competizione elettorale per il rinnovo del Consiglio Comunale e del Sindaco della ns. comunita’, siamo in grado di capire quanti sono i soggetti con le evidenziate caratteristiche ?
A giudicare dal ns. grado attuale di evoluzione  rispetto al  “passato” ed al  “resto del mondo”, per assioma risponderemmo:          “ sono pochi”.
Ragioniamo pero’,  senza nomi, che tanto non servono e poi  basta l’idea.
Esistono almeno 2 specie di imbroglioni: quelli che sanno di esserlo per professione e quelli che ignorano di farne parte ma di conoscerne tutte le tecniche : dall’affabulazione alla menzogna credibile.
A dire il vero vi sarebbe una terza specie:   quelli che nuotano sotto superficie, salvo emergere al momento opportuno. Sono i piu’ pericolosi, perche’ all’imbroglio aggiungono il sadismo ignorante, rozzo di chi prova compiacimento fisico nel godere delle altrui disgrazie.
Posta cosi’ la questione viene da pensare che il numero esiguo di imbroglioni politici,  ipotizzato potrebbe diventare  piu’ consistente;  di conseguenza se ci sono piu’ imbroglioni vuol dire che la comunita’ stiglianese  ha iniziato ad evolversi “politicamente”: mai piu’ una sola lista dal sapore “bulgaro” ma almeno quattro o cinque. Allora vuol dire che ci siamo…o no?
A sinistra e’ andata in onda la saga dell’incertezza: l’anima riformatrice e democratica dei “compagni” in un sussulto d’orgoglio,  (ri) torna all’antico. Il candidato sindaco potrebbe essere scelto e designato addirittura  con imbarazzo da “abbondanza” fra personalita’ capaci ed esperte, meglio ancora se tirate fuori dalla naftalina e riproposte  come tali. Non stessa convinzione per l’anima “democristiana” – pardon “di centro” – del PD, ormai diventata “ingombrante” (non parlo del “peso fisico/politico dell’attuale segretario)  che ha scelte obbligate da perseguire.
Grande Destra: gira che ti rigira la setta dei testimoni di G. (sta per Giordano) invece di raccogliere  proseliti, pensa di recuperare  gli adepti di un tempo  sparsi per le vie del nuovissimo “corso”, anime transfughe, per  poter  oltrepassare magari  il confine e la soglia dei circa 1.000 voti raccoglitici e sparsi : FLI,  pseudo fascio e ex forzisti (forzati…e’ lo stesso) puntualmente espressi nelle varie dispute politiche locali, provinciali regionali e nazionali, sempre e perennemente INUTILI.  Ci vorrebbe un Principe/Principessa  (del Foro…ha pensato qualcuno) ma ci dicono che Emanuele Filiberto di Savoia sia impegnato in qualche reality televisivo, e Kate Middleton  ad allungare l’orlo delle reali gonne..insieme a Pippa, la sorella.
Et voila’: le coup de theatre, letteralmente il colpo di scena, imprevedibile ed inaspettato che si manifesta durante la rappresentazione teatrale: La Consulta. Qualcuno dira’ “..tanto tuono’ che piovve”. E noi non apriamo l’ombrello, vogliamo bagnarci nella speranza che questo non sia un temporale. Vorremmo diventare zuppi e fradici a causa sua,  ammalarci di una bronchite violenta, ma temo che con qualche aspirina ed una tazza di latte caldo, il …raffreddore passera’  prima che il sintomo influenzale diventi una seria patologia da curare.. Che sbadato: a noi il Medico non manca, e se vogliamo, nemmeno il Veterinario.
La frustrazione di alcuni è comprensibile, così come la loro voglia di riscatto. Bisognerebbe però evitare di attrezzare tutte le volte un Circo Barnum: una fiera popolare che brucia all’istante e non offre un gran che di futuro. Difficile impostarlo il futuro, soprattutto ora . Ma è certo che, senza sostanza, i nani e le ballerine  non serviranno né la causa della loro fede politica, né quella del nostro piccolo paese.  Venghino signori, venghino……

“un ventre miserabile ha necessita’ piu’ di sogni che di pane ( Bernanos- Diario di un curato di campagna -) “ noi ci nutriamo di ricordi e viviamo  di speranze” (Anonymus)