Stigliano: “Un Paese In Bilico” – Video-Documentario

0
688
Stigliano un paese in bilico

Video Documentario shock a cura di Cinicofilm53 sulle condizioni in cui quasi l’intero paese si trova dopo le copiose precipitazioni dell’inverno scorso. Frane, dissesti idrogeologici, crepe nelle strade…… Chi arriva a Stigliano e nelle aree interne del materano…“è il testimone della presenza di un altro tempo all’interno del nostro tempo, è l’ambasciatore d’un altro mondo all’interno del nostro mondo“. Un mondo escluso e dimenticato, “quell’altro mondo, serrato nel dolore e negli usi, negato alla Storia e allo Stato, eternamente paziente”.
Oltre questo confine “la ferrovia e le strade si interrompono e cedono il passo alle terre aride e desolate della montagna materana; terre nelle quali la popolazione vive in condizioni di ingiustizia, miseria e arretratezza, e nelle quali lo Stato e le sue istituzioni non esistono” (Citazioni virgolettate tratte da “Cristo si è fermato a Eboli” di Carlo Levi).
Abbiamo voluto presentare questo video-documentario (composto di due parti) citando alcuni brani di Levi, perché, in effetti, il tempo sembra tornare indietro, soprattutto per la sfida terribile e insidiosa che negli ultimi mesi le frane hanno sferrato contro il comune di Stigliano.
Con questi due video, CinicoFilm53 vuole testimoniare la situazione critica in cui versa tutto il nostro territorio, presentando un quadro d’insieme dei più evidenti e gravi danni subiti dalla rete viaria e dal centro abitato, affinchè nessuno possa dimenticare, soprattutto la politica e le istituzioni, nelle cui mani è depositato il nostro destino e quello dei Comuni della montagna materana.
Questo lavoro è dedicato agli amici di Stigliano, ai tanti cittadini sparsi per il mondo e a quelli che sono rimasti, coraggiosi e solitari testimoni di una Comunità che si sta svuotando e sgretolando.
A loro va il nostro augurio, affinché il destino “cinico e baro” possa cambiare verso, pur nella convinzione che se non saremo noi ad occuparci del nostro futuro, sarà il futuro ad occuparsi di noi, con tutte le sue sciagure e le sue imprevedibili incognite.
A quanti hanno a cuore i problemi della nostra Comunità chiediamo di condividere e di diffondere questo lavoro. Grazie.

Antonio Giannantonio