Scarano CGIL Basilicata: Ancora tagli alla Sanità.

Scarano CGIL Basilicata: Ancora tagli alla Sanità.

- in Sanita
519
0
tagli alla Sanità

“Scorrendo tra le maglie della legge di stabilità emergono nuovi dissimulati tagli alla sanità. Dopo il mancato incremento del Fondo sanitario nazionale che avrà una dotazione di soli 111 miliardi contro i 113,1 previsti fino a settembre, viene fuori un ulteriore drammatico taglio di circa un miliardo di euro” è quando fa sapere Giuliana Scarano, Segretaria Regionale Cgil Basilicata in una nota stampa. “L’articolo 46, infatti, prevede che saranno rideterminati i finanziamenti alle Regioni, alle quali si chiede un concorso alla finanza pubblica di 1,8 miliardi per il 2016, 3,980 miliardi euro per il 2017 e 5,480 per ciascuno degli anni 2018 e 2019. Sappiamo bene che per questa via potrebbero essere ricompresi ulteriori tagli alla sanità: il contributo richiesto alle regioni si tradurrà verosimilmente in una ulteriore stretta sulla sanità. Una legge, dunque, che più si snocciola e più si manifesta in tutta la sua iniquità. Si eliminano le tasse sulla casa anche per i ricchi, si concedono tagli sostanziosi alle imprese, ma nulla sulle pensioni, sul diritto allo studio, sui contratti pubblici. Vengono invece colpiti i servizi ed il lavoro pubblico rischiando di mettere in discussione il fondamentale diritto alla salute. Una manovra finanziaria che pare scontentare tutti! La cgil continuerà la sua mobilitazione per il diritto universale alla salute e contro una politica dei tagli che rischia di produrre gravi guasti rendendo sempre più precario il funzionamento del Ssn pubblico e riducendo il perimetro della tutela pubblica del diritto alla salute”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche

Stato di salute dei lucani, l’inchiesta di Giorgio Santoriello

In Basilicata oltre 17mila esenzioni ticket per patologie