le statue raffiguranti Santa Maria e San Rocco

Il 15 e 16 Agosto sono i giorni in cui vengono celebrati i festeggiamenti in onore di Santa Maria Assunta e San Rocco.
Come da tradizione, i festeggiamenti civili e le funzioni religiose legate alle festività, hanno luogo, rispettivamente presso il rione “Chiazza” e la Chiesa Madre (denominata proprio “Chiesa di Santa Maria Assunta”), celebre anche per il suo Polittico, negli anni in cui l’edificio veniva restaurato, i festeggiamenti e le celebrazioni religiose si svolgevano presso il rione “Villa” e nella Cappella dei Sacri Cuori.

Tra le iniziative in programma quest’anno, presso la Chiesa Madre, verranno venduti, durante i festeggiamenti, a scopo raccolta fondi per un primo restauro del Polittico, articoli per la casa realizzati a mano, i quali includono: tovagliette “all’ americana” per la colazione, tovaglie, cestini per il pane e altri articoli con sopra stampati i proverbi in dialetto Stiglianese.

L’Assunzione di Maria in Cielo è un Dogma riconosciuto dalla Chiesa Cattolica, proclamato da papa Pio XII il 1º novembre 1950, attraverso la costituzione apostolica “Munificentissimus Deus” (incipit latino, traducibile: “Dio generosissimo”) e festeggiato il giorno 15 Agosto (in concomitanza di Ferragosto).
In Italia, numerosi sono gli eventi ad essa dedicata, tra questi citiamo:
– Il Palio di Siena che si corre in suo onore il 16 agosto;
– Il Palio delle Contrade ad Allumiere, la prima domenica dopo il 15 agosto;
– A Marsicovetere (PZ) la statua della Beata Vergine Assunta viene condotta in processione al Santuario del Monte Volturino l’ultima domenica di Maggio.
Il 15 Agosto viene riportata in paese, dove si svolge un’ulteriore processione seguita dalla celebrazione nella Chiesa Madre.

San Rocco (al secolo Rocco da Montpelier) è uno dei Santi più celebri d’europa e del mondo.
Pellegrino e taumaturgo francese, arrivò in Italia durante il periodo della Peste (di cui, il periodo di maggore diffusione, fù tra il 1367-1368), assisteva e curava assiduamente gli appestati ed è per questo che, dal Medioevo in poi, divenne il Santo più invocato come protettore dalla peste.
Egli è co-patrono del comune di Stigliano e patrono di numerose città e paesi, solo in Basilicata è festeggiato in più di quaranta comuni (il più celebre è Tolve, dove la festività viene celebrata due volte, il 16 Agosto e il 16 Settebre).
A chiudere i festeggiamenti, Martedì 16 Agosto, nel rione “Chiazza”, concerto della “Tribute Band Mango” che omaggerà il Grande Cantautore Lucano scomparso nel Dicembre 2014, sempre nel Rione “Chiazza”, rispettivamente nei giorni 15 e 16 Agosto, saranno allestiti dei Giochi Gonfiabili per i Bambini, l’ingresso è GRATUITO.

PROGRAMMA RELIGIOSO:

Dal 6 al 14 Agosto:
ore 17:30 solenne inizio della Novena di preparazione alla festa della B.V. Maria Assunta, a seguire Santa Messa

Dal 7 al 15 Agosto:
ore 9:30 Santa Messa
ore 18:30 Solenne inizio della Novena di preparazione alla festa di S.Rocco

15 Agosto, Solennità della Beata Vergine Maria Assunta:
ore 10:00 Santa Messa
ore 18:00 Santo Rosario
ore 18:30 Concelebrazione Eucaristica, a seguire Giro Processionale

16 Agosto, Festa di San Rocco:
ore 11:00 Santa Messa
ore 18:00 Santo Rosario
ore 18:30 Concelebrazione Eucaristica, a seguire Giro Processionale

PROGRAMMA CIVILE:

9 Agosto:
ore 19:00, presso la Chiesa Madre incontro-dibattito “Per il Polittico di Stigliano”

7 e 13 Agosto:
dalle ore 16:30 Giornate del FAI, visita guidata Chiesa Madre.

15 e 16 Agosto (Rione Chiazza):
dalle ore 18:00 alle ore 24:00 Giochi-Gonfiabili in Largo Chiesa Madre della ditta Arturo-Sala Consilina l’accesso ai giochi è GRATIS

Tribute Band Mango
Tribute Band Mango

16 Agosto:
ore 22:00 Concerto “Tribute Band Mango”
ore 24:00 Estrazione Lotteria
ore 00:30 Spettacolo Pirotecnico

Pietroalessio Celiberti

1 commento

  1. 11 MAGGIO 2019 incontro europeo san Rocco

    SULLE ORME DI SAN ROCCO

    CONVEGNO EUROPEO-INCONTRO AMICI DI SAN ROCCO , PARROCCHIE, CHIESE, CONFRATERNITE, COMITATI FESTE E COMUNITÀ CHE VENERANO SAN ROCCO.
    CEGLIE MESSAPICA BR
    11 maggio 2019

    l’Associazione Europea degli “Amici di S. Rocco” guidata dal Procuratore Fratel Costantino De Bellis , su richiesta del Parroco Don Lorenzo Elia della parrocchia San Rocco in Ceglie Messapica BR , ha scelto quest’anno questa comunità per celebrare il consueto incontro di fede e spiritualità che vede coinvolti i gruppi AMICI di San Rocco , Le comunità , le confraternite e le parrocchie che in tutta Italia ed Europa venerano San Rocco .
    Ceglie Messapica sarà per un giorno la capitale del culto a san Rocco .

    ​Aver scelto questo angolo della splendida Puglia , regione bellissima e ricca di risorse umane, paesaggistiche e culturali, ma altrettanto mortificata nella sua vitalità e progettualità da un insieme di cause, riempie tutti di soddisfazione e consente di guardare al futuro con meno apprensione e più speranza contro le forze del male.
    ​A questo, del resto, richiama la testimonianza di un santo, S. Rocco di Montpellier, che, se lontano da noi nel tempo, continua ad esercitare ancora oggi, grazie all’ampio culto che gli è riservato anche in Puglia e a chi lo promuove, un grande fascino e lo stimolo a non lasciarsi né reprimere, né comprimere nello spirito e nelle idealità più vere, ed a reagire con coraggio alle molteplici povertà e crisi che attanagliano la nostra società.
    ​S. Rocco, senza cedere alle lusinghe di una vita comoda ed egocentrica, si è lasciato interpellare dalla fede e dal Vangelo mettendosi in ricerca e ritrovando proprio nell’incontro con Cristo la volontà di mettere la sua vita a servizio dei più poveri. Aveva capito che senza carità, senza amore per i poveri, per i malati, per i bisognosi di ogni genere non ci può essere vita cristiana degna di tale nome.
    ​In una società come la nostra, in cui la crisi, oltre che congiunturale ed economica, che con un po’ di buona volontà si supera, è soprattutto strutturale, – stiamo assistendo, cioè, al crollo delle strutture portanti della stessa società: la famiglia, l’etica, la giustizia, tutto il sistema valoriale – occorre reagire compatti e con determinazione come cristiani e come cittadini attivi, senza stare a guardare inermi allo sfascio. Non dimentichiamo l’insegnamento di Gesù: “Le forze delle tenebre sono più accorte delle forze del bene”.
    ​Gli amici di S. Rocco possono fare la loro parte importante e specificare il loro cammino di fede proprio nella scelta dei valori, nella scelta preferenziale dei più deboli, qualificando la loro identità e la loro presenza nella lotta alla moderna peste dell’individualismo più esasperato che sta distruggendo nei fatti i diritti più naturali e più sacri della persona umana ed i riferimenti oggettivi dell’etica.
    ​Con questa prospettiva il procuratore Fratel Costantino fondatore ed ideatore di questi eventi spirituali , assieme al Vescovo dell’associazione assistente spirituale S. E. Rev.ma mons. Domenico Sigalini ringraziano il Vescovo della Chiesa particolare dii Oria BR S. E. Rev.ma mons. Vincenzo Pisanello per la sua paterna accoglienza e vicinanza al cammino spirituale dell’associazione Europea Amici di San Rocco e che celebrare la Santa Messa centro del nostro convenire .

    ,salutano volentieri e danno il più caloroso benvenuto agli “amici” provenienti da ogni parte, richiamati a Ceglie Messapica dalla devozione a S. Rocco e stimolati saggiamente dal Procuratore Fratel Costantino De Bellis per un cammino fatto alla sequela del Vangelo cone fece San Rocco .

    ​Ringraziamo , il comune di Ceglie Messapica nella persona del sindaco Luigi Caroli per la sua disponibilità , vicinanza e grande collaborazione .
    Un grazie particolare al parroco don Lorenzo Elia per aver creduto in questo evento spirituale e da subito si è adoperato con spirito di fede perché tutto sia organizzato nel miglior modo possibile .
    Ringrazio il locale gruppo degli Amici di sana Rocco di Ceglie e tutte le associazioni , la corle e i giovani .

    Mentre auguriamo una buona e feconda riuscita dell’incontro di Spiritualità , ringraziamo l’impegno di tutti ed esortandoci a farci , sull’esempio di S. Rocco, “pellegrini della fede”, testimoni e cercatori innamorati di Dio e degli uomini, come del resto ci o sollecitando con l’esempio e la parola Papa Francesco, mandato dalla Provvidenza.

    Alla giornata di spiritualità sono previsti oltre 4000 pellegrini provenienti da tutta Italia sono state invitate tutte le comunità che hanno il culto a San Rocco parrocchie , confraternite , comunità , comitati festa e i signori Sindaci dove il santo è venerato saranno presenti con fascia e stendardo dei comuni.

    http://www.amicidisanrocco.it
    3386627422 Fratel Costantino

    Roma 29 gennaio 2019 La segreteria dell’associazione AMICI DI SAN ROCCO