Sanità, Leggieri: “Quarta commissione oggi una vera farsa”

Sanità, Leggieri: “Quarta commissione oggi una vera farsa”

- in Sanita
673
0
Gianni Leggieri, Consigliere regionale del M5S

Per il consigliere regionale del M5s, che ha abbandonato i lavori, “quando si affrontano tematiche come quella sanitaria ci vorrebbe maggiore serietà e attenzione, non bastano le filippiche dei politici per risolvere i problemi”

(ACR) – Il consigliere regionale del Movimento 5 stelle Gianni Leggieri, il Sindaco di Pisticci Viviana Verri e i portavoce comunali di Melfi e Venosa Angela Bisogno e Arturo Raffaele Covella, hanno abbandonato i lavori della quarta commissione consiliare di questa mattina “in segno di protesta rispetto a quella che è diventata una vera e propria farsa”.

E’ quanto afferma il consigliere Leggieri che aggiunge “ci siamo trovati questa mattina a partecipare ad una riunione straordinaria della IV commissione che si è trasformata in una presa in giro per istituzioni, cittadini e associazioni. Stravolti completamente i lavori della commissione con una mossa a sorpresa che ha lasciato attoniti molti tra i presenti che hanno deciso di alzarsi e di abbandonare i lavori della commissione”.

“Una mancanza di rispetto inaudita – continua – verso chi pensava di poter interagire questa mattina con i responsabili della sanità lucana, di poter parlare direttamente con i diretti interessati, con chi gestisce e comanda realmente le politiche sanitarie della nostra regione. Invece i presenti si sono dovuti accontentare di avere come interlocutore il presidente della IV commissione che nonostante le buoni intenzioni non è certo la figura in grado di assumere impegni per conto della Regione Basilicata e di farsi portavoce delle istanze dei cittadini e delle associazioni”.

“Ma facciamo un passo indietro – dice Leggieri. La commissione di oggi, convocata da tempo, prevedeva una mattinata dedicata alle relazioni del direttore sanitario e dei dirigenti di Asp e Asm, del direttore del 118 Basilicata, del dirigente generale del dipartimento politiche della persona, nonché dirigenti del Irccs Crob e del San Carlo, per poi lasciare spazio al dibattito anche sulla scorta delle relazioni che avrebbero dovuto fare i vari tecnici della sanità lucana”.

“Così non è stato perché all’ultimo momento, senza avvisare nessuno (o quasi) – ancora il consigliere del M5s – la commissione ha stravolto i suoi lavori prevedendo in mattinata l’intervento dei tanti cittadini e delle tante associazioni che si erano prenotate, per spostare al pomeriggio le relazioni dei tecnici. Un cambio di programma che odora tanto di tatticismo politico e soprattutto che denota la mancanza di rispetto della classe politica lucana nei confronti di chi è interessato a discutere seriamente dei problemi della sanità lucana e del nuovo piano di riordino ospedaliero”.

“Quando si affrontano tematiche come quella sanitaria – conclude Leggieri – ci vorrebbe maggiore serietà e attenzione, non bastano le filippiche dei politici per risolvere i problemi, la Regione va amministrata in ben altro modo, e la politica dovrebbe riacquistare un senso della responsabilità che oggi non le appartiene”.

Potenza 17 ottobre 2016, 12:58

L.C.

REDAZIONE CONSIGLIO INFORMA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche

Stato di salute dei lucani, l’inchiesta di Giorgio Santoriello

In Basilicata oltre 17mila esenzioni ticket per patologie