Referendum Trivelle : vince il si con l’86% ma non si raggiunge il quorum che si ferma al 32%

Referendum Trivelle : vince il si con l’86% ma non si raggiunge il quorum che si ferma al 32%

- in Politica
607
0
trivelle

Nulla di fatto, nonostante alle urne si siano recati il 32 per cento degli elettori, le regole sulla durata delle concessioni alle trivelle non cambiano. La durata quindi sarà fino ad esaurimento dei giacimenti. In Basilicata sicuramente piu’ sentito dopo gli scandali delle ultime settimane si sono recati il 50% degli aventi diritto. Dato sicuramente allarmante in casa PD che vedeva il partito diviso tra chi come Renzi voleva che le regole non cambiassero e chi come il promotore del referendum Emiliano che voleva abrogare l’attuale norma.
Renzi soddifatto dichiara: “Il governo non si annovera tra i vincitori. I vincitori sono gli ingegneri e gli operai, lavoratori delle piattaforme”, ma “massimo rispetto per tutti gli italiani andati al voto, comunque essi abbiano votato. Chi vota non perde mai”
riferendosi poi ai promotori del referendum ed in particolare al presidente della regione Puglia Emiliano dichiara: “Ma gli sconfitti ci sono, hanno nomi e cognomi. Sono quei consiglieri regionali e alcuni presidenti di regione che hanno voluto cavalcare questo referendum per esigenze personali. Per esigenze di conta interna da parte di qualcuno. È la dimostrazione che la demogogia non paga”
Michele Emiliano risponde promettendo che il movimento continuerà a battersi contro le trivelle e che comunque il dato registrato alle urne è sicuramente una vittoria facendo notare a Renzi che Sono “gli stessi voti che il Pd ha preso nel suo più grande risultato elettorale, che sono le europee di due anni fa – ha osservato – il governo dovrà tenerne conto” In Basilicata si è registrata la più alta affluenza, con il 50,5%, unica Regione a superare il quorum. E unica provincia a superare quota 50% è stata Matera, con poco più del 53% (Potenza si è fermata al 49%).
In molti sapevano che reggiungere il quorum era quasi utopistico, ma chi come noi si è recato al voto barrando il si sperava che qualcosa cambiasse. In questo referendum erano coinvolti in modo particolare tutti i lavoratori dell’indotto che tra qualche anno avrebbero probabilmente perso il proprio posto di lavoro se gli impianti si fossero fermati. Speriamo che il governo tramite questo risultato capisca che le cose in Italia devono cambiare e che gli Italiani come dice Grillo vogliono un “futuro con mari puliti, energie rinnovabili, efficienza energetica e turismo sostenibile!”.

In provincia di Matera si evidenzia una media del 50% circa con il minimo dell’affluenza registrato a Garaguso mentre il massimo si è registrato a Policoro, che da sempre lotta contro la trivellazione del Mar Ionio. A Stigliano si è regitrata un’affluenza alle urne del 40,75%, sicuramente un ottimo dato che deve far riflettere anche l’amministrazione comunale attuale, come sempre in parte presente per tutta la durata delle votazioni ai piedi dell’Istituto Rocco Montano, un rito alquanto antipatico che si ripete tutte le volte che i cittadini Stiglianesi si recano al voto. Vi riportiamo in basso i dettagli di voto definitivi della provincia di Matera.

                         RISULTATI REFERENDUM A STIGLIANO (MT)
                                 DURATA TRIVELLAZIONI IN MARE
Elettori 3793        
Votanti 1546  40,75 %    
SI  1.471  96,27 %    
NO 57  3.73 %    
Schede bianche 2  0,12 %    
Schede nulle 16  1.03 %    
Schede contestate e non assegnate      

Risultati referendum Bailicata

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Frana Stigliano, da Giunta Regionale OK a richiesta stato di emergenza

Sarà formalizzata dal Presidente della Regione alla Presidenza