Ospedale – Come?! Il popolo sonnecchia?

Ospedale – Come?! Il popolo sonnecchia?

- in Sanita
502
0
ospedale di Stigliano

Ospedale – Spiace constatare la considerazione che il PDL locale ha del popolo stiglianese sul tema ospedale. “Continua imperterrita la spoliazione del nostro ospedale (anzi del nostro ex ospedale). Nel nuovo piano sanitario qualcosa per Tinchi è stato previsto, per Stigliano si prospetta la morte per lenta e progressiva agonia. A dimostrazione che laddove il Popolo lotta, qualcosa si ottiene; laddove il Popolo sonnecchia, gli derubano tutto.”
Come?! Il popolo sonnecchia?
Una battaglia durata anni da parte dei vari Comitati Civici e/o organismi sindacali, quelli che hanno preso manganellate dalla Polizia, quelli che hanno risposto penalmente alla loro, civile, legittima protesta, quelli che hanno elaborato una proposta di legge che giace, anche con la complicità del PDL, nei cassetti delle stanze dorate della regione Basilicata (mentre è stata discussa in Toscana e presa come modello), o quelli che hanno stimolato una raccolta di 1.500 firme per manifestare tutto il disappunto verso i nostri amministratori… sono sogni di un popolo sonnecchiante o la testimonianza del suo lavoro?
Certo, se in questa battaglia, come è stato dimostrato, il popolo che rivendica il riconoscimento della propria dignità non fosse stato lasciato solo, “isolato”, ben altri frutti quella contestazione avrebbe raccolto.
Non è forse vero che i rappresentanti regionali, di opposizione ma anche (alcuni) di governo abbiano presidiato, con la comunità di Tinchi, il luogo oggetto del misfatto (leggi ospedale di Tinchi), ignorando l’esistenza di un territorio e di un popolo, quello della Montagna materana?
E anche quando, tardivamente, rappresentanti autorevoli del PDL si sono presentati al popolo stiglianese per affrontare il problema ospedale (leggi visita del Consigliere Pagliuca ), hanno fatto emergere prese di posizione? O piuttosto hanno lasciato intravedere una sostanziale giustificazione verso la politica sanitaria, una sorta di sospetta complicità, un atto dovuto per risanare le langui casse regionali, con i cui risparmi (miserevoli risparmi) si sarebbero riparati i danni che altre strutture hanno provocato al Sistema Sanitario.
Eppure sui palchi pubblici, in occasione dei vari comizi di promesse ne sono state fatte. Ricordate gli impegni assunti anche da parte del rappresentante del PDL locale in occasione delle elezioni al Consiglio Provinciale?
Un’altra discussione, ora, si presenta alla nostra, alla vostra attenzione: Centrale a Biomassa.
E poiché si è rilevata l’indifferenza della classe politica locale, non soltanto quella che è rappresentata dagli amministratori attuali, verso il progetto industriale, una colpevole distrazione verso gli effetti positivi che potrebbero derivarne e, per contro, l’incapacità di dimostrare quelli negativi o di produrre e presentare progetti esecutivi alternativi, capaci, cioè, di invertire i processi di spopolamento e di invecchiamento del nostro territorio e poiché ancora una volta, nei fatti, la sola società civile si interroga sulle risposte che tale attività può dare al nostro territorio ed alla nostra collettività, mi permetto di chiedere al PDL locale, prima che la dimostrata distrazione porti alle conseguenze che abbiamo registrato sull’ospedale, quale sia la posizione che intendono assumere, quella ufficiale, quella che trova riscontro in atti pubblici.
È un invito, non una provocazione. È il segno che una forza di opposizione (vi auguro solo momentanea) deve dare. È la possibilità di verificare che esiste una alternativa, quella di cui si nutre una società democratica.
Sarebbe la dimostrazione di una interpretazione delle esigenze, dei bisogni del nostro territorio, anzicchè, come appare dai comportamenti e dalle scelte fatte dagli amministrazione attuali, espressione di scelte e di logiche distanti da noi (vedi ospedale).
Una presa di posizione che porti il popolo, questa volta si, a sonni tranquilli, nella convinzione che esiste una forza politica capace di assumersi
LE RESPONSABILITÀ CONNESSE AL MANDATO O AL RUOLO.

Franco Micucci

Lascia un commento

  Subscribe  
Notificami

You may also like

Pasqua amara per i lavoratori del comparto ASM

La vicenda della sospensione di alcune indennità fatte