Niente mezzi pesanti da oggi sulla Pisticci-Craco

Niente mezzi pesanti da oggi sulla Pisticci-Craco

- in Comunicati Stampa, News, Trasporti
463
0
il ponte in ferro sulla ex S.S 176 Craco-Pisticci

Da oggi ci saranno probabili disagi per i pendolari che utilizzano il servizio pubblico sulla Pisticci-Craco. Con l’ordinanza 22-18, infatti, la Provincia di Matera ha disposto per motivi di sicurezza la limitazione al traffico pesante sull’arteria, meglio conosciuta come ex statale 176. Si tratta, per intenderci, della strada sulla quale si trova il ponte che crollò parzialmente a febbraio 2013, determinando la provvisoria chiusura dell’arteria, poi riaperta dopo poco più di un anno a seguito della “posa” di un ponte Bailey, che a breve sarà sostituito dal ponte in ferro la cui realizzazione è in corso d’opera. Tornando al provvedimento dell’ente da poco presieduto dal sindaco di Montalbano Jonico, Piero Marrese, nell’ordinanza, a firma del dirigente dell’area tecnica, Domenico Pietrocola, si dispone “divieto di transito ai mezzi superiore alle 3,5 tonnellate e larghezza superiore a 2,30 metri, dal km 2+600 al km7+100 in direzione Craco Peschiera-SS 598 Val d’Agri e, viceversa, in direzione Pisticci scalo-Basentana”. I motivi del provvedimento sono da ricercare nel fatto che “a seguito di una verifica periodica sono stati riscontrati sul ponte ubicato al km 2+600 segni di collassamento e cedimenti”. I mezzi pesanti, ai quali la circolazione sarebbe già interdetta per effetto di una precedente ordinanza, peraltro sistematicamente inosservata, non possono dunque transitare da queste parti, anche perché nell’ordinanza 22-18 si dà atto che il ponte citato è gravato da “deformazione delle putrelle in ferro di contrasto tra le due spalle del ponte, lesioni alla volta e sul manto stradale, lesioni alle spalle e muri laterali. Morale della favola? Da oggi non solo le autobotti che trasportano i reflui del petrolio (che, ripetiamo, non sarebbero autorizzate a transitare già per effetto di precedente ordinanza), ma anche i bus del servizio pubblico dovranno girare al largo. Gli studenti che da Craco salgono a scuola a Pisticci dovranno, invece, provvedere con mezzi privati. O intercettare qualche altra corsa pubblica, percorrere un tratto della Val d’Agri, sbucare sulla Jonica e risalire a Pisticci. Stessa sorte per coloro che dai centri interni (Tursi, Stigliano ed altri) dovranno dirigersi in Valbasento. Così, se da un lato si annuncia che il nuovo ponte in ferro è quasi pronto, dall’altro, a coronamento di un paradosso tutto lucano, si sospende la circolazione ai mezzi pesanti chissà per quanto tempo. Appena entrata in vigore l’ordinanza della Provincia di Matera, ci sono già modifiche da parte delle aziende del Cotrab. La Sita Sud ha reso noto che alcune corse sulla Stigliano-Matera, via Pisticci scalo, non essendo l’interdizione definita nel tempo non saranno sospese ma “dovranno essere instradate per la Cavonica”, senza passare da Peschiera e Pisticci scalo, ferme restando le partenze da Stigliano e da Matera, così come gli arrivi e i rispettivi orari consueti. La corsa feriale di andata (ex Stigliano via Pisticci scalo-Matera in partenza alle 6.10 da Stigliano), sarà instradata via Cavonica per Grassano scalo, con arrivo a Matera alle 7.50. Le corse non scolastica, così come quella scolastica, di ritorno in partenza da Matera rispettivamente alle 14.15 e alle 14.30 saranno del pari instradate per la Cavonica, senza passere da Pisticci scalo e Peschiera, arrivando a Stigliano alle 15.55 e alle 16.10.

Piero Miolla

articolo tratto da il Caleidoscopio Blog di Piero Miolla

 

Lascia un commento

  Subscribe  
Notificami

You may also like

Prima della notte, il libro di Mimmo Cecere

Sabato 15 dicembre 2018 ore 17.00 presso il