Impianti eolici vietati nelle aree protette.

0
752
eolico selvaggio impianti eolici di Gorgoglione (MT)

Impianti eolici – Lo stabilisce una sentenza della Corte di giustizia europea 22 luglio 2011. La Ola (Organizzazione lucana ambientalista) evidenzia come sia vietato realizzare impianti eolici nei siti protetti che fanno parte della rete ecologica “Natura 2000″, in SIC, ZPS, IPA ed in genere nelle aree protette. È quanto ha deciso la Corte di giustizia europea del Lussemburgo in una sentenza relativa alla causa che vede opposta la Regione Puglia ad una società eolica.

L’Eolica Altamura, infatti, aveva acquisito i diritti per realizzare un parco eolico sui terreni dell’azienda zootecnica Franchini, ma l’area rientrava nel Parco nazionale dell’Alta Murgia, area protetta classificata come Sito d’Importanza Comunitaria e Zona di Protezione Speciale. Per questo motivo la Regione Puglia aveva respinto le richieste di nulla osta. A quel punto le società avevano fatto ricorso al TAR chiedendo l’annullamento del regolamento che riteneva le zone non idonee. Il Tribunale Amministrativo Regionale, a sua volta, aveva chiesto l’intervento dei giudici Ue.

Secondo la nostra Organizzazione questo provvedimento va applicato anche in Basilicata dove sono centinaia le istanze per il rilascio del parere VIA e Autorizzazione Unica, di competenza regionale, per impianti eolici e solari, con una potenza complessiva prevista di oltre 1.500 MW in base al PIEAR (Piano di Indirizzo Energetico Ambientale Regionale), con diversi progetti che insistono in aree protette e/o rientranti nella Rete Ecologica “Natura 2000″. Con questo provvedimento – ribadisce la Ola – gli uffici regionali vengono legittimati ad applicare le misure di salvaguardia e le linee guida nazionali che consideriamo meno permissive di quelle regionali.

22 luglio 2011

OLA (Organizzazione Lucana Ambientalista)