da sinistra: Vincenzo Mastronardi, Leonardo Giordano, Donatello Verre

Il consigliere regionale: “quale opportunità migliore per arrestare il declino demografico delle aree interessate dall’estrazione se non quella del petrolio?” I sindaci dei comuni di Aliano, Anzi, Armento, Castelmezzano, Cirigliano, Gorgoglione, Laurenzana, Missanello, Pietrapertosa e Stigliano, l’1 agosto scorso hanno dato luogo ad una manifestazione di protesta contro Total per le assunzioni nel distretto estrattivo di “Tempa Rossa”, il consigliere regionale Pdl, Leonardo Giordano, ha affermato: “se non fosse stato convocato il Consiglio regionale su un atto importante quale l’assestamento di Bilancio, sarei andato anch’io a manifestare insieme con quei sindaci”.
“Ho operato per 6 anni – ricorda Giordano – quale dirigente scolastico in quell’area e conosco le aspettative di quelle comunità, come soffrano il disagio dello spopolamento e dell’impoverimento demografico giovanile ed intellettuale. La sola Stigliano che, nel 1980, contava 9 mila abitanti, oggi è scesa sotto la soglia dei 5 mila. Quale opportunità migliore – è il punto di domanda del consigliere – per arrestare questo declino se non quella del petrolio? Non è che le multinazionali petrolifere vogliono proprio lo spopolamento di queste aree per meglio sfruttare il sottosuolo lucano? Tra l’altro – precisa Giordano – a Corleto e Stigliano vi sono, rispettivamente, due scuole superiori (l’ITIS Chimico e l’IPSIA Meccanico) che potrebbero fornire professionalità agli impianti e al futuro Centro Oli e non sono state degnate di alcuna attenzione da parte di Total. Sono con il cuore e con i miei sentimenti vicino a quelle popolazioni a cui esprimo – conclude – la mia solidarietà umana e politica più sincera ed intensa”.