Freccia Rossa: Pasciucco scrive all’Assessore Benedetto

Freccia Rossa: Pasciucco scrive all’Assessore Benedetto

- in News, Trasporti
1196
0
freccia rossa

Riceviamo e pubblichiamo, una missiva inviata all’Assessore regionale alle Infrastrutture e  Mobilità Dr Nicola Benedetto dal Consigliere di minoranza Nuzio Pasciucco della Lista Civica “Per Stigliano”, in cui si chiede l’istituzione di un servizio navetta per il Freccia Rossa alla stazione ferroviaria di Ferrandina.

Nunzio Pasciucco
Consigliere di Minoranza
del Comune di Stigliano (Matera) – Lista Civica “Per Stigliano”

All’Assessore Regionale alle Infrastrutture e Mobilità
della Regione Basilicata
Dr.Nicola BENEDETTO
infrastrutture.mobilita@cert.regione.basilicata.it
dg.infrastrutture_mobilita@cert.regione.basilicata.it

p.c Al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti
Dr. Graziano DEL RIO
segreteria.ministro@pec.mit.gov.it

p.c. Al Presidente della Regione Basilicata
Dr. Marcello PITTELLA
AOO-giunta@cert.regione.basilicata.it

Oggetto:
richiesta di istituzione di un Servizio Navetta giornaliero dal Comune di Stigliano (MT) alla Stazione Ferroviaria di Ferrandina (Matera).

Gentile Assessore Benedetto,
con questa lettera, Le chiediamo con forza di prendere in considerazione la nostra richiesta.
Il 1 dicembre 2016, in un’intervista riportata da diversi organi di stampa, Lei affermava :
“….L’aver portato il Frecciarossa in Basilicata è stato un grande risultato per la nostra regione: la trattativa con Trenitalia, iniziata dall’assessore che mi ha preceduto Aldo Berlinguer e portata a termine dal sottoscritto è stata lunga e difficile, ma alla fine siamo riusciti a dare un’importante risposta alla nostra comunità»: lo ha detto l’assessore regionale ai Trasporti, Nicola Benedetto, intervenendo ieri pomeriggio nel dibattito sul disegno di legge “di variazione al bilancio di previsione 2016-2018 e disposizioni in materia di trasporto”. Il capo 2 del provvedimento disciplina infatti all’articolo 3 i “Servizi ferroviari nella percorrenza da Salerno a Taranto in continuità con l’Alta Velocità”.
E ha aggiunto: «A breve il servizio potrebbe raddoppiare prevedendo una seconda corsa». Intanto, ha spiegato, dal 2 giugno con l’attivazione della stazione di Afragola si by-passerà la stazione di Napoli e così dalle 3 ore e 10 prevista per la tratta Potenza-Roma si guadagnerà un’ulteriore mezz’ora: in tutto si impiegheranno 2 ore e 40.
Intanto, per un anno Trenitalia ha dato il suo ok alla sperimentazione delle fermate anche a Ferrandina e Metaponto, nel Materano.
“I treni di ultima generazione di Frecciarossa – ha spiegato Benedetto – saranno a disposizione del nostro territorio e renderanno la Basilicata più vicina al resto dell’Italia. Abbiamo stimato, nell’anno di sperimentazione del servizio, un costo di circa tre milioni di euro, facendo una previsione supportata dai dati attuali sugli spostamenti dei cittadini con l’Intercity. È chiaro quindi che la spesa prevista potrebbe essere anche inferiore, in presenza di un’utenza maggiore, preveniente se mai dalle vicine regioni. In molti, in realtà, parlano di costi: ma si dovrebbe ragionare in termini di investimento per la nostra regione. Con Frecciarossa in Basilicata sarà possibile, ad esempio, raggiungere Roma da Potenza in meno di tre ore. La trattativa – ha ribadito Benedetto – è stata difficile, ma ci ha consentito alla fine di ottenere anche le due fermate, oltre a quella di Potenza, di Metaponto e Ferrandina, dopo un incontro con i sindaci delle aree interessate. Sono fermamente convinto – ha concluso l’assessore – che il servizio Frecciarossa sarà una grande opportunità per la nostra regione”.
Soddisfazione è venuta dai banchi della maggioranza ma anche la rettrice dell’Unibas, Aurelia Sole, spera che il Frecciarossa collegherà meglio il polo universitario al resto d’Italia “

Nel corso del Consiglio Comunale di Stigliano (Matera) , tenutosi il 23 dicembre 2016, come minoranza, abbiamo ufficialmente presentato una interrogazione al Sindaco di Stigliano, per chiedere l’istituzione di un Servizio Navetta da e per la Stazione di Ferrandina (Matera), al fine di avere un collegamento diretto con il Treno ad alta velocità Frecciarossa , operativo dal 11 dicembre 2016 nella tratta Milano – Taranto con fermate a Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Salerno, Potenza , Ferrandina, Metaponto, Taranto.
Nel corso della discussione, abbiamo sollecitato l’Amministrazione Comunale, alla stipula di una convenzione con imprese di trasporto locali che, da noi interpellate informalmente, hanno già espresso la volontà e l’interesse ad effettuare questo servizio utilissimo alla collettività, considerato l’elevato numero di cittadini di Stigliano e dell’alta Montagna Materana , che per motivi di studio, di lavoro , di salute, sono costretti a vivere o a recarsi fuori Regione.
Il servizio potrebbe essere testato anche per un periodo temporaneo di 3/6 mesi in modo da verificare l’effettiva affluenza. Da una nostra sommaria indagine finanziaria, è stata quantificata una spesa totale per i tre mesi di circa 15.000 euro, ( quindi 5.000 € al mese) . (Stigliano dista dalla stazione di Ferrandina 51,4 km).
Il Comune di Stigliano, assumendo l’iniziativa, potrebbe anche chiedere ai comuni viciniori una compartecipazione alle spese e la navetta potrebbe implementare il servizio, collegandosi e coordinandosi ai vari terminal di Policoro, Ferrandina, Matera con le varie Aziende di Autolinee che giornalmente effettuano il servizio trasporto nord-sud e viceversa. Con poche migliaia di Euro al mese, potremmo, finalmente dimostrare di guardare ai bisogni della collettività.
Ci chiediamo altrimenti, che senso abbia avere l’alta velocità a 51 km di distanza e non avere la possibilità di raggiungerla , visto che la partenza del Frecciarossa da Ferrandina è alle 6,10 e l’arrivo alle 23,10 . Ci chiediamo, inoltre, in nome di quale uguaglianza sociale, solo Matera e i comuni limitrofi, dall’11 dicembre godono già di un servizio navetta giornaliero da e per la stazione di Ferrandina con fondi della Regione Basilicata , assicurato da autolinee FAL.
Purtroppo, alle nostre semplici e logiche argomentazioni , ribadite anche una certa veemenza, abbiamo avuto da parte della Maggioranza le solite , flebili risposte in politichese , che hanno confermato la scarsa volontà di istituire nell’immediato il servizio navetta, indicando problemi di natura tecnico-finanziaria e burocratici .
E’ questo il motivo per cui abbiamo ritenuto doveroso interpellarLa.
Non comprendere come eccezionale l’opportunità del treno ad alta velocità, significa avere poca percezione della realtà futura e non fare gli interessi di un intero territorio.
Da decenni l’abbandono della politica verso l’entroterra lucano ha segnato una fase storica che ha bisogno di essere invertita. Soprattutto Stigliano, negli ultimi anni , ha perso il suo ruolo guida per le popolazioni dell’alta montagna materana, essendo stato defraudato di “tanto” , per non dire di “tutto” .
Solo negli ultimi anni e in ordine cronologico: l’Ufficio Equitalia (ex Ritrimat), la sede distaccata dell’Agenzia delle Entrate, la sede del Giudice di Pace, il Laboratorio Analisi dell’Ospedale ed in seguito alla frana (di cui Lei sicuramente è a conoscenza), della distruzione totale del Centro Sociale, unico punto di aggregazione comune e da qualche giorno anche della chiusura definitiva e dello smantellamento dell’unico distributore di carburanti presente (il più vicino si trova adesso a 8 chilometri). Per non parlare delle avversità climatiche, che il mese scorso hanno distrutto la tensostruttura sportiva , non più utilizzabile.
Stigliano con i suoi 4.445 cittadini chiede più rispetto e più attenzione. In questi anni, proprio le disuguaglianze sociali fra nord e sud dovute alla carenza dei trasporti, al sempre più negato diritto alla salute, alla migrazione universitaria, allo spopolamento, hanno contribuito a farci diventare il sud del sud. Bisogna assolutamente invertire questa tendenza per poter guardare ad un domani più sereno , per tutti ; per le nuove generazioni che non vogliono abbandonare la propria terra e per gli anziani che hanno il diritto di vivere in modo più dignitoso.
La Basilicata, noi tutti, abbiamo bisogno di guardare al futuro con più ottimismo .
Per dare forza alla nostra richiesta , dal 26 dicembre abbiamo avviato una petizione popolare con una sottoscrizione che in pochi giorni , ha raggiunto 1060 firme, (che Le consegneremo formalmente appena ci darà l’occasione di incontrarLa) .
Nel ringraziarLa sin da ora per l’attenzione che mostrerà alla questione, contiamo sulla Sua positività e sul suo pragmatismo e sulla sensibilità del Ministro Graziano Del Rio e del Presidente Marcello Pittella che ci leggono in copia, affinchè possiate comunicarci a breve, notizie positive in merito.
Stigliano, 6 gennaio 2017
Cordiali Saluti
Nunzio Pasciucco
Consigliere di Minoranza del Comune di Stigliano
Tel . 0835-565461 339-3971470

 

leggi anche

 

 

Facebook Comments

Leave a Reply

You may also like

33ª Edizione del Carnevale di Stigliano

La Pro Loco di Stigliano con il patrocinio