Frana rupe, iniziano lavori.

0
708
frana rupe del Castello di Stigliano

Iniziati i lavori di messa in sicurezza della rupe del castello. Le prime avvisaglie di cedimento della rupe si ebbero nel lontano 1887, all’epoca era già stata ventilata la possibilità di demolire il castello, che nonostante fosse stato abbandonato, finì per crollare verso la metà degli anni quaranta. La frana che domenica scorsa ha interessato un costone della rupe, al momento sembra si sia arrestata, l’allerta resta comnque ai massimi livelli.

 

 

L’area interessata dalla frana, si è estesa anche alla sommità della rupe, la pavimentazione in cemento ha subito un distacco di una trentina di centimetri, rendendo cosi instabile anche la parte superiore della rupe. Il monitoraggio e i vari sopralluoghi effettuati dai tecnici del Comune di Stigliano e della Regione Basilicata, hanno fatto emergere che si possono verificare nuovi crolli. Per questo sono stati resi necessari dei provvedimenti drastici, come quello di ordinare lo sgombero di venti abitazioni, ricadenti tra via Sanniti, largo Masaniello, via De Chiara, e la chiusura di alcune strade adiacenti.

Da questa mattina sono iniziati i lavori di messa in sicurezza di largo Masaniello, che prevedono la costruzione di barriere paramassi. Nel frattempo con l’ausilio di una squadra di Vigili del Fuoco si è provveduto allo sgombero di una attività artigianale che si trova proprio sotto la rupe. Visti i gravi problemi di staticità della rupe, sono allo studio dei tecnici quali interventi effettuare per mettere in sicurezza l’intera area in modo definitivo.