Fortissimo terremoto nel Centro Italia di magnitudo 5,6 gradi avvertito anche a Roma e Napoli

Fortissimo terremoto nel Centro Italia di magnitudo 5,6 gradi avvertito anche a Roma e Napoli

- in Cronaca, News
332
0
terremoto centro italia

Intorno alle ore 10,25 tra Rieti e L’Aquila si sono avvertite diverse scosse che hanno raggiunto una magnitudo pari a 5,6 gradi della scala Richter. Tre forti scosse di terremoto in un’ora, tutte sopra la magnitudo 5, tutte nel centro Italia, tra L’Aquila e Rieti, ancora vicino ad Amatrice. Il terremoto si è avvertito chiaramente anche nel Napoletano. A Roma chiuse metro A, B e B1 per verifiche. Sulla metro A e B il servizio e’ sospeso e sostituito da bus per verifiche tecniche dopo il sisma. Lo fa sapere Atac. Secondo le rilevazioni Ingv le tre scosse si sono verificate a circa 30 chilometri a sud ovest di Ascoli Piceno e 110 km a nord di Roma.

Ad Amatrice è crollato ciò che restava del campanile della chiesa di Sant’Agostino, ci sono state abbondanti nevicate, molti comuni e frazioni limitrofe sono senza elettricità e con un metro e piu’ di neve.

Il Sindaco di Ascoli Piceno telefonicamente dichiara “La scossa si è sentita in modo enorme, nel momento in cui siamo alle prese con emergenza neve che da 48 ore lascia senza corrente elettrica un quarto della città. E’ una situazione molto complicata, abbiamo frazioni con un metro e mezzo di neve” successivamente dopo le altre scosse afferma preoccupatissimo “Lancio un Sos, emergenza mostruosa”.

Il sindaco di Acquasanta dichiara: “Non so se le fortissime scosse di oggi hanno fatto altri danni: so che da stamani abbiamo una serie di black-out, anziani bloccati in casa dalla neve, che ha raggiunto un metro e mezzo di altezza, e intere frazioni isolate: Pian dell’Oro, Farno, Agore, Pozza, Pito, Venamartello. Ci servono mezzi pesanti per liberare le strade, subito”.

La situazione è davvero di un’emergenza “mostruosa” ci sono state fortissime scosse e abbondanti nevicate che hanno coinvolto le zone già terremotate ed altre zone del Centro Italia. Muri di neve alti anche un metro e mezzo impediscono di capire l’effettivo impatto che il terremoto ha avuto in quelle zone, impediscono di far giungere tempestivamente soccorsi e farmaci. Al momento comunque non si segnalano danni a persone ma come abbiamo precedentemente detto non è attualmente possibile fare le dovute verifiche.

http://cnt.rm.ingv.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche

Premio Don Alberto Di Stefano: Premiati M.P. Bentivenga e S. Gravinese

Premio Don Alberto Di Stefano – Nell’ambito della