FIABE E LEGGENDE DA SPILUZZICARE 11/12 AGOSTO 2009.

FIABE E LEGGENDE DA SPILUZZICARE 11/12 AGOSTO 2009.

- in Spettacolo
12383
0
gli sbandieratori Federiciani di Oria

I’11 e 12 agosto nei pressi del centro storico di Stigliano, si terra’ la rappresentazione della leggenda del drago. Sulla incancellabile e seducente narrazione di una leggenda locale,  l’ Associazione “Stigliano Eventi” trae ispirazione per la ricostruzione e rappresentazione scenica della vicenda, sospesa tra storia e tradizione, tra leggenda e realtà. La rappresentazione, itinerante, si svolgerà nella zona più antica di Stigliano, quella che va da Via Portello, suggestivo, panoramico e storico luogo, interessato da recenti interventi di ripristino e dove altri ne sono previsti per l’anno 2009, a San Raffale Pantano, ameno anfiteatro naturale.

Nell’area di Via Portello, abbellita da vessilli, stendardi, illuminata da  torce e ai cui punti di accesso verranno riprodotte le antiche porte,  verranno riproposti, nel rigoroso rispetto della tradizione, antichi ed originari mestieri e gusti tradizionali. Qui, senza mai svelare quanto verrà rappresentato successivamente nell’area di San Raffaele Pantano, ma anticipandone i contenuti, una  voce fuori campo introdurrà lo spettatore nel contesto storico oggetto della rappresentazione. Un gran numero di comparse ed attori animerà la zona, fatta di angoli di scena, salotti, di balletti, dove lo spettatore si sentirà parte della vita che si volgeva in quell’epoca: così rivivranno l’arte del falegname, del campanaro, della massaia intenta alle faccende domestiche come preparare piatti o prodotti tipici che, alla fine dello spettacolo, gli spettatori potranno gustare o acquistare utilizzando un conio realizzato per l’occasione.

Nell’ area di San Raffale Pantano, invece, troverà drammatizzazione la scena della battaglia tra il bene ed il male, tra l’eroe e la creatura mitica.
Una angolo di San Raffaele Pantano, infine, verrà strutturato per accogliere i commensali che gusteranno antichi piatti e prodotti.

 

Il programma si snoda in :

“HORA SEXTA ET SEPTIMA” dalle 11:30 alle 13:00
animazione delle varie associazioni;
mostra di pietanze e ricette tipiche;
visite guidate ai luoghi storici.

“HORA DECIMA ET UNDECIMA” dalle 15:00 alle 17:00
sfilata per le vie cittadine degli sbandieratori I FEDERICIANI DI ORIA.

“PRIMA VIGILIA” dalle ore 18:00
Rappresentazione della vita nel borgo medievale, gli abitanti alle prese con le loro quotidiane attività e gli antichi mestieri.

“SECUNDA VIGILIA” dalle ore 21:00
Rappresentazione teatrale presso il largo S.Raffaele (centro storico).

 

 

 
Spett. RAI TRE BASILICATA

redazione giornalistica

Rammarico e dispiacere
Sono questi i sentimenti che albergano dopo aver visto la spazio dedicato da RAI TRE di Potenza (pardon di Basilicata) alla rappresentazione “La leggenda del drago” svoltasi il 23 agosto a Sant’Arcangelo.
Eppure, l’originalità della rappresentazione e del nome dato alla stessa “La leggenda del Drago”, appunto, erano già realizzati e offerti a circa 5.000 persone, con ben altri contenuti e modelli, il giorno 12 agosto a Stigliano (dopo che solo la pioggia torrenziale dell’11 ne aveva impedito lo svolgersi). Eppure, gli organi di stampa e i media erano stati informati.
Si può obiettare che ci sia stato un difetto di comunicazione da parte dell’organizzazione. Ma tale circostanza è smentita dalle e-mail e dai fax che sono stati inoltrati.
Abbiamo pensato che indirizzare una o più mail al capo redattore di RAI TRE Basilicata, in un’epoca governata dal mezzo telematico, fosse sufficiente a divulgare la notizia sull’evento.
Eppure, la redazione di RAI TRE o era distratta o, come nei fatti ha dimostrato, era attratta dall’evento che, 11 giorni dopo, con lo stesso titolo, si è svolto a Sant’Arcangelo al quale RAI TRE ha dedicato un ampio servizio. Ci chiediamo: CUI PRODEST? A CHI GIOVA?
Ora, che la notizia non venga veicolata da una emittente privata (cosa, peraltro, che non è avvenuta) ci sta, è nella logica di mercato. Una emittente privata si regge su entrate pubblicitarie: se non paghi non do la notizia.
Ma che la notizia (si badi bene la notizia, non il servizio) non venga data dalla emittente pubblica, beh, ciò trasmette i sentimenti di:
· Dispiacere per l’indifferenza dimostrata verso il sacrificio di oltre 150 persone, impegnate fin dal mese di ottobre nella costruzione dell’evento e che avrebbero ricevuto un minimo di gratificazione se RAI TRE avesse dedicato la giusta, meritata attenzione.
· Rammarico per non aver potuto dimostrare l’industriosità del popolo stiglianese che avrebbe riconsegnato l’immagine reale del piccolo, sperduto paese di montagna.
Né ci può consolare l’annoso disinteresse di RAI TRE per quello che di negativo e/o positivo accade a Stigliano.
Basti pensare che la stessa RAI TRE non dedica il giusto spazio ad un evento che, da venticinque anni ormai, si svolge a Stigliano, unico centro in Basilicata a poter vantare una simile tradizione: la sfilata di carri allegorici nel periodo di carnevale.
Ricordiamo solo che il servizio reso o da rendere è un servizio pubblico, i cui costi ricadono sull’intera collettività, ivi compresa quella della montagna materana.
Che oltre al dovere di trasmettere notizie sul turismo, sull’eneogastronomia, sulla cultura (guarda caso tutti temi toccati ed approfonditi dalla rappresentazione del 12 agosto a Stigliano) si dovrebbe avere anche il piacere, l’orgoglio di evidenziare gli esempi positivi che la nostra Regione è in grado di produrre ed offrire e, tra questi, abbiamo la fierezza di indicare quello svoltosi a Stigliano, così come segnalato da un autorevole giornalista su un articolo apparso oggi sul Quotidiano.

Stigliano 26 agosto 2009 Il Presidente pro-tempore
f.to Francesco Micucci

 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche

“Accipiter” e “Alessia, Mario & Jaska-Red Band” Festività dell’ Assunta e San Rocco 2017

Martedì 15 e Mercoledì 16 Agosto avranno luogo i festeggiamenti dedicati a S. Maria Assunta e San Rocco.