D’Amico su ospedali – Il segretario provinciale UGL di Matera, Luigi D’Amico, interviene a sostegno degli ospedali di Stigliano e Tinchi. Interviene anche l’UGL di Matera a sostegno degli Ospedali di Tinchi e Stigliano, con l’intento di non abbassare la guardia e non sottovalutarequanto sta avvenendo in questi giorni. Rivolgendosi direttamente al Presidente della Giunta Regionale Vito De Filippo ed all’Assessore Regionale alla Salute Pubblica Attilio Martorano, l’UGL fa rilevare che “l’incolumità e serenità dei cittadini, che giustamente stanno difendendo da mesi i diritti dei poveri, degli ammalati, dei bisognosi, non deve essere messa in nessun modo in discussione”. A chi sta’ lottando a difesa dei due nosocomi, il segretario provinciale UGL di Matera, Luigi D’Amico, non vuole far mancare il proprio sostegno su un problema di vitale importanza. “Il sindacato – dichiara in una nota- è fortemente preoccupato sul futuro degli ospedali e sul silenzio delle istituzioni che sono complici della chiusura delle strutture sanitarie ignorando totalmente il territorio e creando paura/preoccupazione tra i dipendenti e tra i cittadini di Pisticci, Marconia, Bernalda, Montalbano, Craco e Stigliano. Gli ospedali di Tinchi e Stigliano non vanno solo difesi – continua il segretario UGL D’Amico – ma, devono essere soprattutto rispettati per ciò che rappresentano, insieme a Policoro, per tutta l’area materana e non solo.

Ci rivolgiamo al Prefetto di Matera, dott. Luigi Pizzi, personalità di altissima sensibilità umana ed istituzionale, affinché si rispetti la dignità del cittadino, dell’ammalato bisognoso di servizi per la salute. In Italia – conclude il sindacalista – si prescrivono milioni di esami inutili, esami del sangue, radiografie, ecografie, si prescrivono farmaci in maniera allegra e impropria, per poi ascoltare menzogne e bugie, un po’ ovunque, da onesti galantuomini che amministrano ‘la cosa’ pubblica i quali, scaricano sui cittadini le colpe e la necessità dei tagli a causa dei costi del loro spudorato affarismo”.