Nuovo corso pilota di drone a Pisticci

Nuovo corso pilota di drone a Pisticci

- in Lavoro, News, Trasporti
464
0
corso pilota di drone a Pisticci

Dopo il successo del primo corso teorico e pratico per diventare pilota di drone professionista presso la struttura aeroportuale Enrico Mattei di Pisticci dal 31 marzo si svolgerà un secondo corso promosso da

Milano Mongolfiere, Centro di Addestramento APR (Certificata Enac CA.APR 023), in collaborazione con Winfly, società di gestione dell’infrastruttura di Pisticci.

“La richiesta di licenze per gli aeromobili a pilotaggio remoto – sottolinea Winfly che ha esperienza diretta nell’impiego di droni – ha determinato la scelta di continuare l’attività di formazione perché il mercato dei droni mostra segnali di crescita. Gli Apr (Aeromobili a pilotaggio remoto) che volano nel Paese ad oggi risultano essere oltre 1.200, almeno tenendo in considerazioni quelli che volano nel rispetto del Regolamento emesso dall’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (Enac), recentemente aggiornato.

I vantaggi del pilotaggio remoto sono virtualmente illimitati e la miniaturizzzione dei sensori utili alle attività di rilevamento rende “i droni” strumenti di lavoro aereo in grado di svolgere attività che, fino a pochi anni fa, potevano essere operate solo mediante aeromobili “con pilota a bordo”.

Winfly ricorda che a beve partirà anche il corso per il conseguimento della Licenza PPL(A) (Pilot Private License PPL). L’attività di alta formazione rientra in quelle dell’Avviso Pubblico “Master non Universitari in Italia e all’ estero” approvato dalla Giunta Regionale il 14 febbraio scorso con la concessione di contributi ai corsisti. Le domande devono essere presentate entro le ore 12 del 31 marzo prossimo. Il costo totale del corso della durata di 900 ore (tra cui 45 ore di volo e stage in struttura aeroportuale) è pertanto quasi interamente coperto dal contributo della Regione ( €11.500, di cui 10.000 voucher+ 1.500 quota a carico del partecipante). La licenza consente di operare come pilota in comando o co-pilota di ogni aereo PPL( A ) impegnato in voli non-commerciali, rappresenta una fase di approccio all’aviazione e segna la prima tappa di un processo di formazione e di addestramento . Si tratta di iniziative che rafforzano il progetto di Polo Didattico Aeronautico che prevede la creazione a Pisticci di una scuola di volo autorizzata ad erogare un addestramento teorico – pratico per il conseguimento della licenza di pilota privato su velivolo, titolo propedeutico all’ ottenimento della licenza di pilota commerciale e di linea. Il conseguimento della Licenza (in gergo PPL-A) permette di effettuare attività di volo, senza alcun compenso, secondo le regole del volo a vista, in maniera sicura ed efficiente, come pilota comandante su velivoli monomotori. La compagnia, inoltre, promuoverà i corsi presso gli Istituti di Istruzione Superiore ad indirizzo Trasporti e Logistica nazionali: in particolare, è stato sottoscritto un accordo di partenariato con l’Istituto Tecnico “Olivetti” di Matera che, unico sul territorio regionale, ha attivato l’indirizzo Trasporto e Logistica, Articolazione Conduzione del mezzo per l’effettuazione di esercitazioni aeronautiche, stage tecnico – pratici, lezioni con aula volante di ambientamento e familiarizzazione

Nel prossimo decennio, la richiesta di formazione aumenterà con le previsioni di crescita della flotta mondiale di velivoli da trasporto del 4% annuo, che porterà il numero di velivoli da 18.935 a 27.970. Secondo la “Previsione 2014 Piloti e Tecnici” entro il 2031 il mondo avrà necessità di 360.000 nuovi piloti di aerei commerciali”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Trovato morto il consulente ambientale di Total, l’ex Generale Guido Conti

Sono rimasto sbigottito dall’apprendere la notizia della morte