Carnevale 2020 senza pace

Carnevale 2020 senza pace

- in Carnevale Stiglianese, News
465
0

di Francesco Grancia

Pare proprio che la 36ª edizione del carnevale stiglianese, non bastassero i problemi iniziali, sia destinata ad avere altri colpi di scena.

Nei giorni scorsi mi ero informato in giro e, da ciò che avevo saputo, il carnevale 2020 non si sarebbe più fatto, poichè pareva non esserci la disponibilità dei locali per la realizzazione dei carri allegorici.

Questa mattina, invece, sono riuscito a mettermi in contatto con il Sindaco Micucci che mi ha informato che, da Lunedi 18 novembre, sarebbero stati messi a disposizione i locali per la realizzazione dei carri.

Che dire, quando ho saputo che il carnevale non si sarebbe fatto più ero molto deluso e arrabbiato, colgo l’occasione per sensibilizzare nuovamente i giovani, che stanno diventando sempre più disinteressati verso una tradizione trentennale, che aiuta a socializzare e a condividere.

Non potete continuare ad interessarvi soltanto al calcio, alla playstation e ai social, oppure a stare nei bar a sparlare di tizio e caio, QUESTE COSE NON SERVONO A NIENTE! Non siate apatici, buttatevi nella realizzazione dei carri, se poi questo è un modo per far morire il carnevale di proposito beh complimenti, ci state riuscendo alla grande! In un paese dove già manca quasi tutto è il futuro per i giovani è incerto.

Ve lo dico da ragazzo più grande di voi, SVEGLIATEVI! CAMBIATE MENTALITA’!! risentimenti, ripicche, invidie e disinteresse sono cose infantili che non servono a nulla!

FONTE: Il blog di Franco Grancia

Lascia un commento

  Subscribe  
Notificami

You may also like

Matera “Capitale europea della cultura” per il 2019: E’ tempo di bilanci

Il 2019 sta volgendo al termine e per la città di Matera è tempo di bilanci. Dalla cerimonia inaugurale, del 19 gennaio scorso, si sono realizzati fino ad oggi la maggiorparte dei progetti culturali previsti dalla programmazione, che hanno visto un investimento complessivo di 48 milioni di euro derivanti da fondi nazionali, regionali e privati.