16 C
Stigliano
sabato 21 Maggio 2022
loghi sposor stigliano.net
HomeNewsPoliticaBasilicata cast(a) to cast(a)

Basilicata cast(a) to cast(a)

La pietra  filosofale ed il Mago di Sant’Arcangelo.  Sul mio indirizzo di posta elettronica e’ giunto un messaggio inviato dalla Voce del Popolo che nell’annunciarmi  misure cautelari  di due assessori della Giunta a guida De Filippo, propone anche il testo integrale delle dimissioni dello stesso Presidente.  Non potevo fare a meno di leggerlo.  Non ho provato nessun tipo di coinvolgimento,  anzi  piu’ che ritenerle un atto dovuto,  l’ho considerato una tardiva ammissione di colpa. Una colpa che seppur non perseguibile penalmente, rimane pur sempre un atteggiamento reiterato.( ha rimpastato piu’ giunte lui che pagnotte di pane un fornaio di citta’ !)  L’odiosita’ delle ruberie non sta’ alla loro valenza economica, ne’ sono non  di meno accettabili per il semplice fatto che in molti casi sono di scarsa rilevanza finanziaria.  Nessuno puo’ ritenersi meno colpevole di un altro solo  perche’ il valore della ruberia e’ magari infima. Ma il dato che impressiona  e’  la pochezza morale e la sciatteria dei personaggi, alla stregua di straccioni affamati ed accattoni, eppure fior di professionisti (?) con stipendi  da manager Finmeccanica. Colpisce anche il grado di superficialita’ e di asineria,  (non dico politica altrimenti farei grave offesa agli elettori che li hanno votati) nel taroccare anche le piu’ semplici ricevute fiscali e scontrini: ne avevano proprio bisogno!!  Chi di noi non ha avuto almeno una volta nella vita  la sorte di incrociarli al bar o ristorante, per strada o in qualsiasi altro posto ? Avete mai notato se questi galantuomini e belle dame abbiano mai scucito un euro dalle loro tasche per saldare un conto o offrire ( o far finta di offrire) a chicchessia anche un misero caffe’ ? Mai. Voglio dire, che anche quando dovrebbero per loro scelta o necessita’, l’ossequio o il rispetto per le istituzioni che rappresentano,  inducono tutti noi ad affrancarli anche dai piu’ semplici doveri di persone comuni, nella speranza diciamola senza giri di parole, di essere magari un giorno ricambiati con qualche favore o essere presi in considerazione per nostre necessita’ o bisogni.
Questi mostri li abbiamo creati noi. No, non  possiamo sempre scusarli  ed attendere per rispetto della legge, i gradi di giudizio per certificarne la loro innocenza o la loro colpevolezza: il loro  essere al di sopra delle regole e dei cittadini e’ evidente, e nessuna sentenza  potra’ restituire loro quella pseudo integrita’ morale che si affannano a reclamare a dispetto di un garantismo che reclamano solo per se stessi .  Tutti  sappiamo, tutti siamo consapevoli perche’ tutti abbiamo avuto per necessita personali indotte,   bisogno di loro e della loro arroganza. Confessiamocelo: ci fa sentire importanti essere al loro fianco in pubbliche apparizioni, o dimostrare di essere amico del potente di turno, di avere una porta aperta in Regione o nelle sedi di Partito. Di ricorrere a loro per un ricovero in ospedale,  piuttosto che una raccomandazione per un impiego da precario, per una pensione da invalido o un trasferimento lavorativo desiderato, per un appalto da vincere. Questi mostri sono il frutto del nostro essere supini, del nostro subconscio politico e personale.
Se fosse un incidente di percorso o un caso isolato, comprenderemmo: l’essere umano e’ imperfetto per  definizione divina. Nasce macchiato dal peccato originale, almeno cosi’ dicono i preti. Il fatto e’ che nemmeno un esorcista navigato potrebbe allontanare i demoni creati dalla bramosia di potere  e della sua perpetrazione “ad libitum”  che l’uomo genera, sia che tarocchi una fattura o che compri un Yatch, che parli “lumbard”  o  “putenzes/matarran”, che si chiami Belsito , Marruccio o Lusi. Che faccia il comico travestito da politico o il puttaniere mascarato, l’economista in loden o il governatore di  orecchiette e cime di rape, il concetto non cambia:  ognuno cerca di sfruttare qualcun altro e non ci sono modelli politici e loro interpreti migliori di altri. Se cosi’ non  fosse, avremmo trovato finalmente  quella sostanza catalizzatrice simbolo dell’alchimia capace di risanare la corruzione della materia, piu’ nota come “ pietra filosofale….”   ma non si intravede nessun Harry Potter all’ orizzonte.

by Merlino

 

Articoli simili:
1,667FansMi piace
94FollowerSegui
462IscrittiIscriviti

Ultime Notizie

Archivio Notizie