Abbattimento case in Villa Marina

Abbattimento case in Villa Marina

- in Cronaca, News
2202
0
Stigliano, Villa Marina

Ormai è certo che il Comune di Stigliano avvierà i lavori di abbattimento alle case della prima fila dell’antichissimo quartiere detto San Pietro, oggi censite in Via Salvatore Correale, queste case fanno parte alla cosidetta legge Senise. Di questa legge al momento non riteniamo giusto dare dei pareri positivi o negativi, a noi dell’Associazione dell’Angolo della Memoria in questo caso ci può stare bene anche l’abbattimento di quei piani alti costruiti tra gli anni 1960 e alla seconda metà degli anni 70, sappiamo anche che l’ultimo piano dell’ultima casa a destra, per colpa di una scadente maestranza o progettazione, una trave mal fatta su una delle finestre che da verso Via San Vincenzo sta spingendo il muro e sta diventando pericoloso sia per l’incolumità delle persone, sia per i danni che può causare ad altre abitazione.
Invece chiediamo che venga fatto un abbattimento intelligente per il rispetto dell’antichità. Da una foto degli anni 50 del secolo scorso, si vede benissimo che la file delle case erano composte tutte su un solo piano, e preservare la veduta che offre la piazza sovrapposta (Largo Villa Marina). Per questa veduta spettacolare, tanti cittadini, anche nei periodi invernali, vengono a farsi delle meravigliose passeggiate, per ammirare le albe e i giochi di luce che crea il sole specchiandosi nel mar Jonio.
Diversi artisti hanno preso spunto da questo luogo, come i fotografi, Franco Pinna, Fosco Maraini (antropologo), il pittore Luca Vernizzi quando scende a Stigliano sceglie questi luoghi per tovare le sue ispirazioni.
Per avvalorare la dedica fatta alla fine degli anni 40 del 900 al nostro comune dal signor Luigi Cortesi di Bergamo, passeggiando in questa zona rimase colpito e scrisse il suo pensiero su una carta di certificato dell’epoca del nostro comune:
“Al Comune di Stigliano, avete il dono di possedere uno dei più belli panorami sull’Italia, sono addirittura commosso, turista di passaggio Luigi Cortese di Bergamo, W l’Italia e la modesta e forte Basilicata”.

L’Angolo della Memoria
Via Colombo, 12 – 75018 Stigliano (MT)

 

Di seguito, la copia della lettera che abbiamo inviato ai vari enti.

 

Al Sindaco del Comune di Stigliano (in sede)
Al Responsabile Tecnico del procedimento (in sede)
Alla Prefettura – Ufficio Territoriale del Governo di Matera
Via XX Settembre, 2
75100 MATERA

Alla Soprintendenza per i Beni Architettonici e paesaggistici
Commissione del Paesaggio
Recinto II D’Addonzio, 15
75100 MATERA

OGGETTO: Abbattimento Edifici Villa Marina

Preso atto che codesto Comune di Stigliano, come da V.S. inaziativa, si deve procedere alla demolizione parziale di alcuni edifici di Villa Marina, la scrivente Associazione l’Angolo della Memoria, nell’ambito delle sue finalità istituzionali, tenuto conto che i tetti di tali edifici per la loro particolarità di essere sottoposti a Villa Marina, rivestono carattere di bene paesaggistico, invita il Comune di Stigliano ad eseguire la copertura dei piani bassi, non soggetti a demolizione, con tetti a falde e copertura in tegole, così come prescrive ai privati cittadini, tutto ciò per evitare gli scempi effettuati nel passato costituiti da coperture piane impermeabilizzate con guaine bitumate.

Voglia la Commissione del Paesaggio della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici della Basilicata – Sede di Matera di Matera, venire sul luogo ed effettuare un sopralluogo ricognitivo nonché vigilare sulle operazioni di demolizioni in ragione della tutela paesaggistica anche se non inclusa nei vostri elenchi. Si ritiene utile precisare che siamo in grado di fornire materiale documentale attestante l’esistenza di tale lotto edilizio già nella compra di Stigliano del 1600.

Voglia la Prefettura – Ufficio del Governo di Matera, nella persona della Dott.ssa Antonia BELLOMO interessare gli organi competenti per vigilare sull’idoneità del metodo di abbattimento previsto e soprattutto delle opere accessorie da realizzarsi a tutela dei fabbricati sottostanti e/o adiacenti, quali contrafforti, cordoli, palificazioni ecc.

Rocco Derosa

Stigliano 5 Aprile 2017

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Trovato morto il consulente ambientale di Total, l’ex Generale Guido Conti

Sono rimasto sbigottito dall’apprendere la notizia della morte