16.5 C
Stigliano
domenica 2 Ottobre 2022
loghi sposor stigliano.net
HomeNewsAmbienteA Stigliano aumenta la presenza di metano nella colonna d’aria: valori quintuplicati...

A Stigliano aumenta la presenza di metano nella colonna d’aria: valori quintuplicati tra il 2018 ed il 2021

Il metano in alcuni casi ha superato per lunghi periodi i 1900 ppb, con punte di 1920/1940 ppb, a fronte di un fondo naturale stimato statisticamente di 1870 ppb.

Il Comune di Stigliano, sino ad oggi, è stato l’unico a stanziare per Cova Contro un contributo economico per il progetto di monitoraggio satellitare “Sciamano”, unico su una dozzina di municipalità interpellate. Siamo partiti con il monitoraggio della colonna d’aria sul territorio comunale, delineando grazie a Sentinel/Copernicus/ESA un marcato aumento della quantità di metano presente nell’atmosfera, a partire dal 2020.

Sotto trovate i due report redatti sino ad oggi per il Comune di Stigliano e nei prossimi 18 mesi (la durata del progetto è due anni) ne produrremo almeno altri tre. Dal 2020 in poi i tenori di metano nella colonna d’aria locale sono quintuplicati ed i tenori si sono mantenuti stabilmente alti anche per il secondo semestre 2021. La concentrazione massima coincide spazialmente, ma non è certo il nesso e per questo abbiamo formulato precise proposte, con l’area attraversata dal gasdotto/oleodotto sull’area di confine tra Stigliano, Craco ed Aliano a ridosso della Val d’Agri/Gannano.

Il metano in alcuni casi ha superato per lunghi periodi i 1900 ppb, con punte di 1920/1940 ppb, a fronte di un fondo naturale stimato statisticamente di 1870 ppb. Arpab deve elaborare un censimento delle fonti climalteranti, per calcolarne l’apporto delle varie attività sul bilancio regionale di emissioni serra, e su Stigliano ricadono numerosi allevamenti la cui produzione annua di gas non è calcolata da nessun ente locale. Il lavoro di Cova Contro va in questa direzione, ovvero raccogliere dati di elevata qualità strumentale per sensibilizzare amministratori e comunità locali, nonchè pressare le autorità regionali inadempienti. Non possiamo calcolare al momento l’apporto di Tempa Rossa ma dallo spazio è visibile l’impatto della torcia ed una stima della bolla di gas/scarti che si crea attorno ad essa, non ci è stato permesso accedere all’esatta geolocalizzazione del gasdotto visto che la Regione non pubblica il tracciato e quindi valutare eventuali perdite dello stesso, e soprattutto Arpab in zona non ha centraline o sensori passivi nè per misurare il metano, nè per misurare altri gas. Noi continueremo a monitorare ed aggiornare i nostri report, per sostenere la comunità locale ed il diritto alla conoscenza. Oltre ai pdf dei report scaricabili, sotto anche le animazioni gif delle varie immagini scaricate dal 2018 al 2021.

Fonte Associazione Cova contro

Articoli simili:
1,667FansMi piace
95FollowerSegui
462IscrittiIscriviti

Ultime Notizie

Archivio Notizie