27 SETTEMBRE 2009 FESTEGGIAMENTI IN ONORE DI S. MARIA LA BEATA

27 SETTEMBRE 2009 FESTEGGIAMENTI IN ONORE DI S. MARIA LA BEATA

- in Ricorrenze
205
0

Domenica 27 settembre, si terranno i festeggiamenti in onore di S. Maria la Beata, la cui statua è salita in paese in processione l’ 8 settembre.
La domenica avrà inizio con la processione verso la località di S. Maria per riportare la rispettiva statua in chiesa.

Giunti sul posto, avra’ luogo la Santa Messa.

Nel pomeriggio, intrattenimenti vari, con la tradizionale corsa dei cavalli.
A seguire alle 19,00 la Santa Messa .
In serata intrattenimento musicale  con:
GIANNI CAPUTO, GLI ARMONICI e LE SIRENE DEL SUD, estrazione dei biglietti vincenti della lotteria di S. Maria e in conclusione,lo spettacolo di fuochi pirotecnici.

 La Natività della Beata Vergine Maria è una festa liturgica della Chiesa Cattolica e della Chiesa Ortodossa che ricorda la nascita di Maria e che si celebra l’8 settembre.
Per la Chiesa Ortodossa la nascita di Maria riveste un’importanza particolare ed è computata come una delle 12 feste maggiori.
Nella tradizione cattolica la festa è celebrata in tante località.
Nella tradizione agricola il ricordo della nascita di Maria coincide con il termine dell’estate e dei raccolti.

Molte chiese hanno come titolo la Natività di Maria.
La festa è nata dapprima in Oriente; è stata introdotta nella chiesa d’Occidente dal Papa Sergio I. In particolare la devozione verso la natività di Maria si sviluppò nella diocesi ambrosiana, dove risulta attestata fin dal secolo X.  Splendida espressione di questa devozione è lo stesso Duomo di Milano, consacrato da San Carlo Borromeo il 20 0ttobre 1572 e dedicato a Maria Nascente (Mariae Nascenti, come appare scritto sulla facciata).

I cattolici si rivolgono a lei con molti titoli. In Italia viene normalmente chiamata Madonna (dal latino mea domina, “mia signora”).
Altri sono: Maria Vergine, Maria Immacolata, Maria Assunta, Maria Ausiliatrice, Maria Consolata, ecc.
Fra le preghiere che le vengono rivolte la più comune è l’Ave Maria, nella quale nella prima parte si ripetono il saluto dell’angelo al momento dell’annunciazione e quello di Elisabetta all’inizio della visitazione (secondo il Vangelo di Luca, I, 28 e I, 42); la seconda parte è una invocazione di origine più tarda, nata in ambito ecclesiastico.

Il magistero cattolico ha definito altri dogmi che la riguardano: l’Immacolata Concezione (nel 1854). (Maria è considerata priva del peccato originale fin dal concepimento).
La definizione dogmatica pose fine ad una controversia che si era sviluppata a partire dal medioevo nella Chiesa latina, ripresa più tardi dal Protestantesimo; l’Assunzione (nel 1950). Maria è considerata aver partecipato anticipatamente della resurrezione che sarà di tutti i cristiani alla fine dei tempi.

Al termine della sua vita terrena, afferma il dogma proclamato da papa Pio XII il 1º novembre 1950, la Vergine Maria venne trasportata, anima e corpo, in Cielo (venne “assunta”, ricevuta, in Cielo), sulla scorta del convincimento dell’antichità cristiana di un somnium Mariae (sonno di Maria), anziché di una morte vera e propria. Pertanto al momento della conclusione della sua vita, momento chiamato anche “Dormizione”, essa ricominciò subito a vivere, con il suo corpo risorto, nel Paradiso, accanto a suo Figlio Gesù.

A Gerusalemme vi sono due luoghi che la tradizione collega alla sua morte: la chiesa della Dormizione, sul monte Sion, posta nel luogo in cui Maria si sarebbe “addormentata”, e la chiesa della Tomba di Maria, nella valle del Cedron, dove gli apostoli avrebbero deposto il suo corpo, per poi ritrovare la tomba vuota.
Secondo un’altra tradizione, invece, Maria avrebbe seguito l’apostolo Giovanni a Efeso e lì sarebbe morta.

La tarda definizione di questo dogma non fu causata da una controversia, ma sanzionò una credenza che era già diffusa nel primo millennio, ed infatti essa è ritenuta anche nelle Chiese ortodosse (la cosiddetta dormizione di Maria), pur senza essere da esse definita come dogma.

Festa di Santa Maria i biglietti vincenti.

 1) O-63 Televisione LCD 37″ LG Rod. Lh3000
2) F-80 Telefono cellulare LG KP 500
3) N-1  Forno Ferrari Platinum 32
4) O-36 Mangia e Bevi Simac
5) O-28 Impianto Dolby Surround

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche

Festa del Bentornato, 19ª ediz.: S. Gravinese e M.P. Bentivenga i premiati.

L’associazione Anspi, con il patrocinio del comune di