LABORATORI OSPEDALIERI: PRECISAZIONI SINDACO DI STIGLIANO

LABORATORI OSPEDALIERI: PRECISAZIONI SINDACO DI STIGLIANO

- in Sanita
160
0
Barisano Antonio

In relazione all’incontro tenutosi ieri in Regione sul futuro dei laboratori di analisi degli ospedali di Tricarico e Stigliano, il sindaco di Stigliano precisa quanto segue: “Con grande stupore apprendo dal comunicato della Regione e da “Il Quotidiano” il passo indietro di Stigliano rispetto alla questione dei laboratori analisi, mentre l’intesa del tavolo istituzionale e con il Presidente Pittella era quello di aprire una discussione più ampia della riorganizzazione, ennesima riorganizzazione messa in atto per l’applicazione di una norma che impedisce ai laboratori con meno di 200.000 prestazioni all’anno di avere propria autonomia funzionale, di fatto rivelandosi una ennesima contrazione di servizi in territori che vengono sempre più marginalizzati riconducendo il tutto ai numeri invece di guardare ai cittadini dei territori secondo una logica perequativa e solidale. Non avendo la necessità di acquisire onorificenze e tanto meno aprire una lotta tra territori poveri, assolvo il ruolo di amministratore con il consiglio comunale in una ottica di responsabilità ma non di incauta scelta per i propri territori. Rappresento un’area continuamente dilaniata dalla contrazione dei servizi, causa del depauperamento del territorio che non è andato a vantaggio di nessuno e tanto meno dell’intero sistema regionale, come nel caso delle riorganizzazioni sanitarie che costantemente vengono attuate e sempre a danno dei soliti “noti”. La dignità di questa comunità e dell’Amministrazione che la rappresenta non può essere calpestata da scelte che non hanno una visione di solidarietà tra i territori, ma la semplice logica di penalizzare sempre le aree più deboli, tenendo conto delle norme che vengono applicate quando servono e altre che non vengono applicate pur essendo a garanzia e tutela dei territori marginali. La disponibilità a ragionare da parte dell’Amministrazione Comunale sta nell’importante finestra che si può aprire con il progetto “aree interne” e la legge Balduzzi, a tutela di territori svantaggiati, ma non la avventata condivisione di una ulteriore contrazione di servizi e personale, laddove il Sindaco di Stigliano ha proposto, invece, il laboratorio unico di analisi a Stigliano in una logica di sussidiarietà ed osmosi tra i territori, passando invece come generoso nei confronti di altre comunità. Considerata la grande generosità del Sindaco di Stigliano e per non contravvenire al costume di questa comunità che dimostra costantemente maturità e capacità, alla luce della nuova riorganizzazione si chiede alla Regione l’applicazione delle norme e in particolare della legge Balduzzi per i “Presidi Ospedalieri in zone Svantaggiate” distante 60 minuti dai presidi di pronto soccorso.

Tenuto conto del disguido e travisamento mediatico creatosi che non risponde alle posizioni assunte da parte mia, chiedo un immediato incontro al Presidente della Regione per capire come mai la mia proposta fatta del laboratorio unico va in una direzione diversa e in che termini questa osmosi e sussidiarietà tra territori viene intesa ed applicata”.

Lascia un commento

Potrebbe interessarti anche

Nicola Latronico e la trasformazione rivoluzionaria della Terapia Intensiva

Nicola Latronico, professore ordinario di Anestesiologia dell’Università degli