La frana e la fibra ottica

La frana e la fibra ottica

- in Cronaca
164
0
fibrafrana

Strana regione la Basilicata e strano posto Stigliano, dove una parte del paese sta letteralmente precipitando in una frana e con essa si stanno cancellando per sempre pezzi di storia, però, in compenso sta arrivando la fibra ottica! A che serve la fibra ottica a Stigliano se la gente da lì se ne va? Chi la userà? A che serve la fibra ottica in questo paese se una frana devastante lo sta inghiottendo nell’immobilismo generale? A che servono feste in piazza ed eventi per giovani e meno giovani nei locali notturni del paese se non solo a distrarre la popolazione da un evento che potrebbe tristemente modificare la storia millenaria di Stigliano? La settimana scorsa ero a Stigliano e ignorando le solite vie Roma, Cialdini, e Zanardelli, mi sono diretto verso la Padula, all’inizio della discesa che conduce al fosso della foresta; lì, dopo una curva a sinistra sulla destra c’è una piccola piazzola da dove la visione del disastro paesaggistico e urbano che sta devastando il versante sud-occidentale del centro abitato di Stigliano è a dir poco spaventoso! A vista d’occhio il fronte della voragine si allarga e si accinge ad inghiottire il centro sociale e la stazione di servizio, mentre un po’ più sù la stazione termopluviometrica del Servizio Idrografico è stata già rimossa (ma di questo in pochi se ne sono accorti). Di lì a pochi metri, si manifesta in tutta la sua crudezza la visione agghiacciante delle palazzine di via Zanardelli con la frana sottostante che toglie terreno alle loro fondamenta. Vorrei tanto che questa non fosse una tragedia annunciata, un disastro già scritto che in un prossimo futuro riempirà i notiziari televisivi e che oggi qualcuno sdrammatizza dicendo che quelle case sono costruite sulla roccia.

Pier Paolo Talamo

Lascia un commento

Potrebbe interessarti anche

Case Cantoniere a Stigliano

Nei pressi di Stigliano sorgono due edifici, ormai abbandonati  da diversi anni, il primo situato lungo la S.P. 103 (Contrada Santa Maria), il secondo, invece, si trova a metà strada tra la zona P.I.P  di Acinello e il “Bivio di Aliano” (zona detta anche "Zanardelli").