In ricordo di Innocenzo Colangelo

In ricordo di Innocenzo Colangelo

- in Sociale
259
0
Colangelo Innocenzo

Inattesa, inopportuna, arrivò la notizia della scomparsa di Innocenzo Colangelo. Aveva preso impegni precisi di raccontarci, davanti a un buon bicchiere di vino, la storia di Stigliano: aneddoti, personaggi, luoghi ai più sconosciuti.
Non ha fatto in tempo, non ha potuto mantenere la promessa fatta.
Stigliano, comunque, deve essere orgogliosa di questo nostro concittadino.
Ha inventato il pistacchio lucano ed è diventato ambasciatore di questa “coltura”.
Ma lui ci è noto anche per la cultura.
Cofondatore del museo antropologico che va sotto il nome di Centro di Educazione Ambientale (CEA).
Per come l’ho conosciuto io era un personaggio schivo, riservato al tempo stesso deciso e diretto.
Un gran bella figura, una gran bella persona: generoso e altruista, innamorato come pochi della sua Stigliano.
Chi lo ha conosciuto gli ha voluto tributare un omaggio, niente di più che un piccolo ricordo se rapportato a quanto ci ha donato.
Non posso dire di essergli stato amico, ci separava l’età. Ma quando il mio cammino ha incrociato il suo lo ho apprezzato e da subito stimato.
Come pochi ha saputo unire, fino alla confusione la “coltura” con la “cultura”.
Con affetto e nostalgia.
Amico anonimo

 Il CEA organizza un OMAGGIO A INNOCENZO COLANGELO, primo produttore di pistacchio della Basilicata e cofondatore del Museo Demoantropologico di Stigliano. Un benemerito della comunità stiglianese. A conclusione dell’evento, che si terrà il 2 giugno nella sede del CEA in via Roma, verrà scoperta una targa di intitolazione a suo nome della sezione agricoltura del Museo.

Lascia un commento

Potrebbe interessarti anche

Tornano le “Giornate FAI di primavera” in tutt’Italia.

Anche a Stigliano tornano le “Giornate FAI di primavera, l'evento, giunto alla 25^ edizione, è organizzato dal Fondo Ambiente Italiano al fine di promuovere la conservazione e il restauro di beni culturali (monumenti, opere d'arte) e paesaggi.